Android – Storia, Guide e Prospettive dell’OS mobile per eccellenza

Android è il sistema operativo mobile con il maggiore tasso di crescita degli ultimi anni; alla base della filosofia dell`OS mobile sviluppato da Google c`è il concetto di Open: Android è un sistema aperto, tutto è modificabile, riprogrammabile, ovviamente a patto di avere buone conoscenze di programmazione. In circa 5 anni di sviluppo, Android è diventato sempre più veloce, stabile e graficamente allettante. Ora il market Google Play conta oltre 1 miliardo di app, e il trend è in continua crescita.

Questi sono solo alcuni dei motivi per cui sempre più utenti decidono di affidarsi a telefoni e tablet Android, ma andiamo subito a scoprire la storia di Android, le curiosità e tutte le nostre guide a riguardo.

La Storia di Android

Ieri Android ha festeggiato il suo quinto compleanno: Android nasceva cinque anni fa, con l’HTC Dream. Cinque anni in cui il mondo degli smartphone è stato rivoluzionato da cima a fondo, cinque anni caratterizzata da una crescita incredibile e costante, che non accenna ad arrestarsi. Il merito? Sicuramente Apple, con il suo iOS, ha contribuito, ma Google Android è stato definitivamente il motore di questa crescita sfrenata.

In realtà Android, l’azienda fondata da Andy Rubin, esiste da ben dieci anni ed è di proprietà di Google dal 2005. Nel 2007 Google ha finalmente annunciato di essere al lavoro su un sistema operativo mobile, e nel 2008 Android era pronto per il palcoscenico.

Android 1.0

Il 23 Settembre veniva svelato al mondo HTC Dream, alias T-Mobile G1, con la prima versione commerciale di Android.

Android 1.5 (Cupcake)

Android, all’epoca, aveva un aspetto molto diverso: non c’era una tastiera software, per cominciare. HTC Dream era munito di uno slider con tastiera. Solo con Android 1.5 Cupcake il team di Google ha introdotto definitivamente la tastiera virtuale, e HTC Magic è stato il primo smartphone a farne uso.

Android 1.6 (Donut)

Da qui è comincita l’inarrestabile corsa di Android: Cupcake fu seguito da Android 1.6 Donut e Android Eclair 2.0/2.1 – qui i video:

Android 2.0 (Eclair)

motorola-droid-orig-300

Il Motorola Droid

Android 2.0 segnò un momento importante nella storia del sistema operativo. Motorola lanciò il Droid, dispositivo con risoluzione di 854 x 480 pixel (all’epoca il dispositivo di punta sul mercato), e Google rilasciò Google maps per Android con software di navigazione, una tastiera software molto migliorata e la possibilità di associare più account al dispositivo.

Google introdusse anche i Live Wallpapers, QuickContacts e cambiò la schermata di blocco che, a dir la verità, cambierà quasi ad ogni nuova versione di Android.

android

Android 2.2 (Froyo)

A metà del 2010 arrivò Android 2.2 Froyo (Frozen Yogurt), presentato nel primo dispositivo della serie Nexus, parliamo ovviamente del Nexus One.

Android 2.3 (Gingerbread)

Froyo mostrava molti miglioramenti a livello di design, ma Android acquisì una dimensione più stabile solo con la versione successiva, Android 2.3 Gingerbread.

Android 3.0 (Honeycomb)

La storia di Android a questo punto di fa interessante: Google rilascia Android 3.0 Honeycomb, solo per i tablet. Android si divideva in due rami distinti, una scelta sbagliata e poco lungimirante. Dopo qualche inutile aggiornamento di Honeycomb e qualche minor update di Gingerbread, finalmente Google prende posizione.

Android 4.0 (Ice Cream Sandwich)

Android, il 19 ottobre 2011, si riunifica con Android 4.0 Ice Cream Sandwich. Android 4.0 è stato senza dubbio uno dei più grandi cambiamenti fin dall’introduzione del sistema operativo: dalla versione 4.0 si possono togliere singolarmente le notifiche dalla barra di notifica, sbloccare il dispositivo Face Unlock, è stato introdotto Android Beam e molto altro.

Android 4.1 e 4.2 (Jelly Bean)

Il 9 luglio 2012 esce Android 4.1 Jelly Bean, e il sistema operativo mostra finalmente maturità sotto tutti i punti di vista. Jelly Bean è solido, veloce, sicuro e pieno zeppo di funzionalità.

Arriviamo ai “giorni nostri” con Android 4.2 e 4.3 Jelly Bean, le versioni attuali.

Android 4.4 (Kit Kat)

Dovrebbe essere solo una questione di un paio di settimane prima che Google presenti il prossimo Android 4.4 Kit kat, che ci auguriamo porti ancora tante novità e migliorie. Google, in 5 anni, ha cambiato il volto dell’universo mobile, e speriamo che continui a farlo per almeno altri 5 anni. Congratulazioni Google e Buon Compleanno Android.

Leggi qui per un approfondimento su Android 4.4 Kit Kat.

Leggi qui per un approfondimento sul Nexus 5, il primo dispositivo che utilizzerà Android 4.4 KitKat.

Android-Kitkat

Curiosità su Android

  • Tutte le versioni di Android a partire dalla 1.5 Cupcake, portano nomi di dolci e caramelle varie. Inoltre i nomi sono in ordine alfabetico crescente.
  • Da Android 2.3 in poi, Google ha inserito un piccolo pesce di Aprile che si attiva cliccando ripetutamente sulla versione del sistema operativo, nella schermata impostazioni. Provare per credere.

Le nostre guide

I contenuti più apprezzati dai nostri utenti, sono senza dubbio le guide che redigiamo mensilmente.

Le nostre guide aiutano nella scelta dei migliori dispositivi in base ad ogni esigenza, ma non solo. Abbiamo guide per app, launcher e giochi. Ecco qui sotto le principali:

  1. Miglior Smartphone
  2. Miglior Tablet
  3. Miglior Smartphone Android
  4. Migliori Giochi Android
  5. Migliori Launcher Android
  6. Migliori Custom Rom Android
  7. I più potenti telefoni Android a confronto
  8. Guida al Backup e Recovery
  9. Suonerie Android, la guida
  10. Guida di Base ad Android

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!

COMMENTA

  • giagia

    E’ un sistema aperto, ma è aperto anche ai virus… :S

    • MArco P.

      Bhè anche MAc OS e Windows hanno virus pur essendo chiusi :)
      Anzi Android è tra i più sicuri essendo basato su linux, però meno restrittivo in termini di market quindi è più facile trovare applicazioni che sono passate inosservate ai controlli di Google