// RESTA AGGIORNATO SEGUI TECHZILLA
// CONDIVIDI  

Facebook ha rivelato che circa l‘8,7 per cento dei suoi 950 milioni di utenti mensili attivi sono duplicati, spammer o in realtà non sono nemmeno esseri umani.

Il dato allarmante è che quindi circa 83 milioni di account Facebook sarebbero fasulli, con incidenza leggermente più alta nei mercati emergenti come la Turchia e l’Indonesia. Da un reportage della CNN risulta comunque che Facebook sta attivamente tracciando e cancellando dal social network gli utenti che violano i termini di servizio.

Secondo la CNN, circa il 4,8 per cento della base mensile di utenti Facebook attivi sono account duplicati, cioè account che Facebook crede appartengano a persone già registrate sotto un altro nome, utilizzati come pseudonimi o altro. Un altro 2,4 per cento è composto da utenti classificate erroneamente, come profili per aziende o per animali domestici, che devono ancora essere convertiti in pagine.

Poi c’è un 1,5 per cento di account indesiderabili, gestiti da spammer. Questi numeri potrebbero non sembrare molto alti, ma se si pensa alle entrate pubblicitarie di Facebook, potrebbero far rivedere al ribasso le stime di crescita del social network e danneggiare le aziende investitrici.

L’ultimo dato pubblicato, forse il più preoccupante dal punto di vista finanziario, è che nel mese di giugno circa 102 milioni di utenti si sono connessi a Facebook esclusivamente tramite i propri dispositivi mobili. Facebook non ha ancora trovato un modo per monetizzare il traffico mobile, e anche per questi motivi le azioni della società sono nettamente in perdita.

// CONDIVIDI  

COMMENTA