Google Earth offre già diversi modi di visualizzare la terra, con vari livelli e filtri che possono essere applicati all’applicazione. Tuttavia sembra che i ragazzi di Mountain View non siano mai stanchi di sperimentare nuove cose, ecco quindi che arrivano le prime immagini catturate attraverso aquiloni e comuni palloncini. Questa nuova visualizzazione è stata resa possibile grazie agli scatti concessi da Public Laboratory for Open Technology and Scienceche è un’organizzazione che si basa sulle iniziative degli utenti.

Ed è proprio qui che Google vuole espandere la cosa permettendo a qualsiasi utente di contribuire al progetto, comprando un kit da circa 100$ ed inviando il materiale per il progetto ai laboratori Google. La notizia è apparsa in un news del  Lat Long blog di Google e se anche voi volete contribuire potete trovare tutte le informazioni a questo link.

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!

COMMENTA