Il Vangelo secondo Jobs, fino al 30 settembre la mostra sull’icona Apple

Un viaggio inedito nella storia di Apple e nella filosofia del suo creatore, Steve Jobs.

Dopo Torino e Milano, uniche città italiane ad aver ospitato una mostra su Apple, Popsophia, a meno di un anno dalla sua scomparsa e in occasione dei trent’anni di attività della catena MEDStore di Sandro Parcaroli, porta la leggenda di Jobs nel cuore della penisola. Curata da Sara Francia e con il supporto per la parte tecnologica, dell’ingegner Emanuele Frontoni, l’esposizione percorre due strade: quella della tecnica e quella dell’estetica.

Steve Jobs

La ricerca della semplicità nelle forme, basata sul principio del “less is more”, e sull’agilità dell’utilizzo, lo user-friendly, la pulsione costante al valicamento del limite guidato dal “think different“, hanno fatto di Apple una vera filosofia. Un marchio tanto riconoscibile, la mela morsicata, che da oggetto chic (quasi di nicchia) si fa oggetto di massa, restando però ancorato alla sua funzione sociale di distinguere, come in una vera religione, gli adepti dagli scettici.

La mostra su Steve Jobs

La mostra si svolgerà fino al 30 settembre a Civitanova Alta (nelle Marche) presso lo “Spazio Multimediale San Francesco. Orari: dal martedì  al venerdì dalle 18.00 alle 23.00, sabato e domenica solo dalle 19.00 alle 24.00. Ingresso gratuito.

Per i più appassionati eccovi i libri:

Steve Jobs: A Biography
Siate affamati, siate folli. Steve Jobs in parole sue.
Steve Jobs. L'uomo che ha inventato il futuro
Steve Jobs (Italian Edition) (Ingrandimenti)

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!

COMMENTA