// RESTA AGGIORNATO SEGUI TECHZILLA
Samsung Galaxy Tab 10,1 la recensione di Engadget
// CONDIVIDI  

Ormai manca davvero poco all’uscita del nuovo Samsung Galaxy Tab 10,1 nel territorio italiano, intanto ieri c’è stato il lancio americano del dispositivo in quel di New York ed i ragazzi di Engadget sono riusciti a metterci le mani sopra e a realizzare una recensione che vi andiamo qui a riportare.

- Hardware e Design -

Il nuovo Samsung Galaxy Tab 10,1 è identico alla Limited Edition che era stata regalata a tutti i partecipanti alla presentazione di Google I/O, tranne che per il disegno che possiamo trovare nella parte posteriore che potete vedere durante il video. Per il resto il peso è uguale, le dimensioni anche e  la qualità costruttiva è la stessa. Una cosa da sottolineare è che i materiali utilizzati danno veramente un senso di qualità da un angolo all’altro.

- Performance e vita della batteria -

Mentre per quanto riguarda l’hardware e il design non sembra cambiato molto rispetto alla Limited Edition, il nuovo Android 3,1 si comporta davvero bene, dando una maggiore velocità e un ritmo leggermente più vivace. Anche la prestazione del browser web è notevolmente migliorata .

Detto questo però, stiamo avendo dei momenti difficili per analizzare i nostri bechmark. Infatti il Tablet 10,1 Limited Edition(che monta chiaramente una versione un po traballante di Android 3,0) è riuscito a raggiungere un punteggio medio di 1.970 nei benchmark Quadrant, uno strumento che è stato utilizzato anche per valutare le performance del nostro G-Slate e dello Xoom . Da questa nuova versione del Tablet ci si aspetterebbe un netto miglioramento con Android 3,1, ma purtroppo non è cosi. Il punteggio medio che siamo riusciti a raggiungere dopo 5 test è stato di 1.540 con un punteggio massimo di 1.546. E’ sconcertante come il Quadrant possa dare dei risultati cosi diversi da v3,1 a v3,0, e siamo ovviamente ansiosi di vedere se il futuro Android 3,1 avrà un punteggio più basso su tutti gli altri dispositivi che attualmente montano il 3,0.

Analizziamo ora la batteria, quando ci siamo seduti al nostro test video a ciclo continuo, con WiFi acceso e luminosità dello schermo a circa il 65 per cento, abbiamo segnato poco meno di dieci ore (di nuovo!). Questo è secondo solo all’iPad 2 di circa mezz’ora, sicuramente riducendo ancora un po la luminosità si può tranquillamente toccare il tetto delle 11 ore. Sembra infatti che Android 3,1 non abbia un impatto negativo sulla batteria rispetto al 3,0, dall’altra parte però c’è un  calo delle performance a livello di benchmark.

Per quanto riguarda la riproduzione audio e video? E’ quello che ci si aspetta; Beta musica in streaming attraverso connessione Wi-Fi e l’uscita audio è alla pari degli altri Device. Flash, DivX, MPEG4 e file H.264 tutti riprodotti in modo eccezionale.

- Software -

Finalmente siamo arrivati a parlare dell’unico elemento che lo distingue notevolmente dalla Limited Edition, il SoftwareAndroid 3,1 porta con sé i widget che possono essere ridimensionati sia in verticale che in orizzontale, si può accedere alla sezione Film, abbiamo un miglioramento delle prestazioni generali e il supporto per una serie di accessori USB. Purtroppo, il reparto Film  è aperto solo per gli utenti di Android 3,1 con il tablet nella versione 3G, quindi, la nostra unità di test da 16GB WiFi non l’abbiamo ancora potuta testare.

Al di fuori di questo, il software è sostanzialmente invariato, chi si aspettava una revisione significativa ne rimarrà estremamente deluso, ma siamo felici nel dire che Google ha già un ottima base su cui lavorare. Purtroppo l’Android Market non fornisce ancora una quantità significativa di applicazioni per Tablet. Apple durante il WWDC ha annunciato che l’App Store  è la patria di applicazioni per tablet con 95.000 app, Google non ha condiviso questi numeri, ma già a colpo d’occhio possiamo dire che sono ben lontani. Honeycomb ha ancora molto da dimostrare e ora tocca agli sviluppatori. Attualmente coloro che cercano una vasta gamma di opzioni, avranno più fortuna sull’App Store, ma spero che le cose saranno drasticamente diverse con il passare del tempo.

Vorremmo inoltre far notare un enorme problema con l’utilizzo del Tablet Galaxy 10,1 in combinazione con OS X. Per uno strano motivo, Android FileTransfer non è ancora stato aggiornato per supportare Mac OS X, il che significa che non si può (facilmente ) utilizzare il vostro Mac per trasferire i file sul dispositivo. Ci viene da chiedere a cosa stava pensando Google quando ha cambiato radicalmente il modo in cui vengono trasferiti i file su Mac OS X, passando da android 2,3 in cui bastava attaccare il dispositivo al Mac e questo veniva visto come disco esterno ad oggi con Honeycomb in cui per fare ciò bisogna avere un programma apposito che può o non può funzionare. Mha.

- Camera -

Nessuno shock da questo punto di vista, infatti la fotocamera da 3Mpxl situata sul lato posteriore ci ha colpito quanto quella che era già disponibile sulla Limited Edition. Ancora non sono convinto nell’utilizzare un Tablet per scattare foto e altrettanto anche della qualità. Ci limiteremo a fornirvi una serie di immagini.

- Conclusioni -

Siamo giunti alla conclusione dopo aver utilizzato il nuovo Galaxy Tab, che questo sia il migliore Tablet dotato di Honeycomb e per vostra fortuna è disponibile all’acquisto, almeno in America. Solo il tempo ci dirà se Andoid sarà in grado di fornire tante applicazioni come lo è oggi l’App Store. Se siete disposti ad attendere, il Tablet offre un esperienza di livello mondiale, anche maggiore a quella dell’iPad 2(a nostro modesto parere) e un display e una risoluzione più elevata.

Il modello da 16GB WiFi costa 499$ – esattamente in linea con l’iPad – mentre la variante da 32 GB richiederà 100 dollari in più (siamo ancora in attesa per conoscere i prezzi della versione 3G). Se siete interessanti ad Android, e non avete bisogno di una connessione LTE non c’è veramente bisogno di guardare altrove. Naturalmente,il rilascio imminente di IOS 5 rende terribilmente difficile ignorare quanto l’iPad 2 sarà eccellente questo autunno, ma chi vive nel futuro??

 

Fonte: Engadget

// CONDIVIDI  

COMMENTA