// RESTA AGGIORNATO SEGUI TECHZILLA
SGP Oleophobic Screen protector per Galaxy Nexus
// CONDIVIDI  

Ci sono due caratteristiche del Galaxy Nexus che ad oggi continuano a sovrastare la concorrenza. La prima è ICS, dicasi Android 4.0, alias biscotto-gelato, alias sistema operativo Android ancora poco distribuito. La seconda è lo schermo in HD (720p) da 4.65. Un gioiello sicuramente, che andrebbe trattato nel migliore dei modi. L’equazione più superficie per lo schermo=più possibilità di prendere graffi non è detto che sia vera, ma come dice la saggezza popolare, meglio prevenire che curare.

Prevenire però non deve rovinare l’esperienza d’uso. Per questo la scelta di uno screen protector è da valutare con attenzione.

Package

Il package può essere molto importante se la vostra pellicola verrà spedita dall’ estero. Nessuno vuole ritrovarsi una pellicola che è stata rovinata o piegata durante il tragitto. La pellicola Oleophobic viene spedita in un cartoncino rigido senza particolari protezioni. A noi è arrivata senza alcun danno, ma probabilmente poteva andare peggio. Il consiglio è, in caso di spedizione, di acquistarla insieme ad un altro oggetto in modo da rendere il pacco più omogoneo, o di discutere col venditore sul metodo di spedizione.

All’ interno troviamo una dotazione completa di tutto

  • SGP Oleophobic Screen protector (quantità 2)
  • Pannetto di pulizia
  • Tessera rimuovi bolle
  • Adesivi rimuovi polvere
  • Codice di autenticità

Applicazione

Lo screen protector si applica facilmente anche grazie alla dotazione fornita.

In primo luogo occorre pulire lo schermo attraverso il pannetto in microfibra. Quello fornito è piuttosto piccolo, perciò noi abiamo preferito usarne un altro.

Successivamente si ricorre agli sticker forniti per rimuovere la polvere depositata sullo schermo, ripetendo l’operazione dello staccare ed attaccare una parte dell’ adesivo sulle diverse zone dello schermo.

Si passa dunque all’ applicazione della pellicola. Si tira indietro l’etichetta back fino a ripiegarla su se stessa. In questo modo avremo esposto la facciata che andrà ad aderire sullo schermo. Poi si posiziona la pellicola nel modo corretto, facendo riferimento all’ altoparlante di chiamata e, una volta trovata la posizione corretta, basta tirare via l’etichetta e la pellicola si poggierà sullo schermo.

A questo punto basterà usare la tessera rimuovi bolle per togliere facilmente i residui di aria da sotto lo screen protector. Una volta completata quest’ ultima procedura si tira via la linguetta con scritto front e la pellicola risulterà come nuova. Questo sistema è utile se, inavvertitamente, rimuovendo le bolle avete provocato voi stessi graffi alla facciata frontale della pellicola.

Vi rimandiamo a questo video per constatare visivamente come sia semplice applicare la pellicola.

http://www.youtube.com/watch?v=GGc2wBJQawI

La procedura è di una semplicità disarmante, e viene incontro a chi ha poca praticità nell’ applicazione di pellicole oppure non sa come evitare la formazione di fastidiose bolle.

Qualità del prodotto

il termine Oleophobic indica un trattamento speciale che, applicato su superfici di vetro quali i schermi degli smartphone, limita la quantità di ditate rimanenti dopo l’utilizzo del device e ne facilità la rimozione. E’ facile rendersi conto di come tale trattamento sia essenziale per uno smartphone, poichè garantisce una maggiore visibilità all’ aperto e mantiene vividi i colori e la nitidezza di un Super Amoled HD come quello del Galaxy Nexus.

Lo screen protector in questione fa di questa caratteristica il suo punto di forza. La nitidezza dello schermo ed i colori non risentono dell’ applicazione della pellicola, e qualora si dovessero accumulare troppe ditate durante l’uso giornaliero basteranno le nostre mani o una rapida passata di un panno in microfibra a far tornare pulita la pellicola.

La pellicola non copre tutta la superficie in vetro, ma lascia un bordo tra il limite dello schermo (che è comunque protetto totalmente nei suoi 4.65 pollici) ed il bordo del telefono. Parliamo di 0.3 -0.4 mm.

C’è però una spiegazione per questo, fornita dalla stessa casa produttrice, che si è vista arrivare non poche lamentele dai primi acquirenti, convinti di essere stati truffati. Il contour display del Nexus presenta una curvatura verso i limiti della scocca. Tale curvatura provocherebbe la formazione di bolle se si tentasse di applicare una pellicola protettiva che coprisse totalmente la superficie del telefono. Per ovviare a questo problema, la SGP ha deciso di produrre una pellicola che lasciasse scoperta la superficie del telefono laddove questa comincia ad incurvarsi. Tale problema è risolvibile acquistando uno screen protector con applicazione a liquido (venduto anche dalla stessa SGP). Questo particolare metodo di applicazione permette alla pellicola di coprire tutto lo schermo senza la formazione di bolle nelle zone in cui la superficie si incurva. Tuttavia il liquido necessità di 24h/48h prima che sia completamente asciutto, perciò se utilizzate il device per lavoro ed avete necessità di portarlo con voi ogni giorno sareste costretti a lasciarlo a casa o a convivere con bolle sparse qua e là per almeno un giorno. Inoltre, in caso l’applicazione non sia andata a buon fine dovrete, ripetere l’applicazione.

A nostro parere, la superficie scoperta è minima, ma le possibilità che si graffi ci sono. Ribadiamo inoltre che la superficie dello schermo è totalmente coperta nei suoi 4.65 pollici, e che pertanto un graffio sulle parti scoperte non inficierebbe la visibilità o la qualità del display. Comunque ci sentiamo di consigliare l’utilizzo di questo screen protector in abbinamento ad una custodia protettiva come quella nelle nostre foto.

Conclusioni

Un prodotto che per qualità dei materiali e dotazione fornita si colloca sicuramente su alti livelli. Il trattamento oleofobico garantisce una visibilità ottima in esterni, l’applicazione è semplice ed il risultato finale lascia sicuramente soddisfatti. Non si può però trascurare in sede di giudizio la copertura incompleta del device che, sebbene giustificata dalla curvatura dello schermo, è comunque un difetto. L’alternativa è nelle pellicole con applicazione a liquido.

PRO

[box_light]

  • Qualità dei materiali molto alta
  • Dotazione completa
  • Facilità di applicazione
  • Ottimo rapporto qualità prezzo (2 pellicole costano 12€, quindi 6€ l’una)

[/box_light]

CONTRO

[box_dark]

  • La superficie del telefono non è coperta totalmente
  • Per migliorare la protezione potreste aver bisogno di una custodia

[/box_dark]

%B0051YQCGQ_title%
6 x Membrane Pellicola Protettiva per Samsung GT-i9250 Galaxy Nexus Prime / Google Nexus 3 III - Crystal Clear (Invisible), Antigraffio Protezione Schermo, Confezione Originale ed accessori
Savvies Crystalclear Pellicola Protettiva per Samsung I9020 Nexus S
DURAGADGET Pennino Stylus tascabile per telefoni touch screen: Samsung Galaxy S II, Nexus e Note e LG Optimus 3D
// CONDIVIDI  

COMMENTA