La sezione Italiana di Wikipedia protesta e minaccia di interrompere definitivamente il servizio per via di un comma del disegno di legge sulle norme che andrebbero a regolare le intercettazioni. Secondo la proposta chiunque si senta offeso da un eventuale articolo o post, può chiedere l’eliminazione di tali affermazioni, indipendentemente dalla loro veridicità. Il sito o giornale soggetto a tale richiesta è obbligato a “correggere” la sua opinione e farlo sapere ai lettori come affermato nella parte 24 qui citata.

Per i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono.

Wikipedia si è sempre comportata nel modo più bilanciato possibile nel caso di controversie, cercando di mantenere sempre al primo posto la veridicità dei fatti, ha percepito questo DDL come una minaccia alla libertà di tutti gli italiani che hanno diritto di poter partecipare alle attività culturali. Wikipedia è fondata su opere realizzate dagli utenti che ogni giorno la aggiornano e la completano. E’ impossibile rispettare i diritti dei cittadini ed al tempo stesso essere soggetti da una possibile censura indiscriminata e senza controllo. Per questo, la famosa enciclopedia online ha deciso di non permettere l’accesso alle pagine, in segno di protesta. Se la legge dovesse venire approvata, Wikipedia Italia potrebbe smettere di esistere.

 

Non perdere nessuna notizia, aggiungici agli amici!

COMMENTA