2011 AG5 è il nome dell’asteroide che sta scatenando blogger e appassionati di film. Ma Armageddon è ancora lontano dal diventare realtà, visto che le probabilità che l’asteroide, del diametro di 140 metri, possa colpire la terra sono 1 su 625, o al grado 1 della Scala di Torino (la scala utilizzata per valutare il pericolo di schianti di oggetti celesti sulla Terra, che va da 0 a 10).

L’impatto previsto per il 2040, se avvenisse, sarebbe catastrofico ma al momento, data la distanza del corpo, gli scienziati non sono ancora riusciti a studiare in maniera approfondita la traiettoria. Detlef Koschny della divisione missioni nel sistema solare del centro Estec dell’ESA a Noordwijk (Olanda) ha dichiarato: [quote]«2011 AG5 è l’oggetto che, secondo le valutazioni odierne, ha le più alte probabilità di impattare con la Terra nel 2040, tuttavia finora abbiamo studiato bene soltanto la metà della sua orbita, non abbiamo quindi una completa sicurezza sulle conclusioni dei nostri calcoli».[/quote]

La probabilità che avvenga effettivamente l’impatto è comunque “altamente improbabile” secondo lo studioso.

Tra circa 2 anni, per la precisione nel settembre 2013, l’asteroide arriverà a “soli” 147 milioni di chilometri dalla Terra; si avrà così l’occasione di studiare la sua orbita con maggiore precisione.

2011 AG5 fu osservato per la prima volta l’8 gennaio 2011 dagli astronomi dell’osservatorio di Mount Lemmon in Arizona.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: