AMD non sta passando dei bei tempi al giorno d’oggi. Il mercato PC è in forte crisi e la rivale Intel sta avendo molta più presa e le risposte non sono competitive come lo erano in precedenza in fatto di prestazioni. L’unica proposta degna di nota per tutti che non ha ancora rivali sono le APU.

Ma a quanto pare le sole APU non hanno fatto in modo che AMD si salvasse da una perdita che al netto è quantificabile in 473 milioni di dollari a fronte di soli 1.16 miliardi di dollari in ricavi, il che non è sufficiente, in calo del 32% su base annua. Inoltre ogni azione ha perso 0.63$.

AMD

La divisione Computing Solutions, quella che si occupa delle APU e dei processori ha visto calare il fatturato dell’11% rispetto al Q3 2012, mentre su base annua c’è stata una contrazione del 37%. Secondo AMD questo dato è da imputare esclusivamente al minor numero di processori venduti.

Più leggeri sono invece i cali esistenti sulla  divisione grafica che invece ha visto cadere il proprio fatturato del 5% rispetto al trimestre precedente dello scorso anno e invece  del 15% sulla base annua rispetto al quarto trimestre del 2011. Il fatturato è stato di 22 milioni di dollari, in crescita rispetto al precedente risultato ma in calo rispetto all’anno scorso.

Segue una tabella riassuntiva dei dati degli ultimi anni:

AMD 

Q4 2011

Q3 2012

Q4 2012

Fatturato

$ 1,69 miliardi

$ 1,27 miliardi

$1,16 miliardi

Utile netto

$ 177 milioni

$ -157 milioni

$ -473 milioni

Margine lordo

46%

31%

15%

 

2010

2011

2012

Fatturato

$ 6,49 miliardi

$ 6,57 miliardi

$ 5,42 miliardi

Utile netto

$ 471 milioni

$ 491 milioni

$ -1,18 miliardi

Margine lordo

46%

45%

23%

AMD ha bisogno di tirare fuori qualche soluzione in grado di competere seriamente con Intel o finiremo in un mondo dove non c’è concorrenza, e dove questa manca se AMD finisse nel baratro, Intel farebbe ancora più cartello sui prezzi che inevitabilmente lieviterebbero.

Via | GSMArena

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: