Se le schede grafiche di fascia medio alta attualmente non si spingono più in là di 3 GB di memoria GDDR5 ad alte prestazioni, la nuova top di gamma di casa AMD prevista per il debutto per quest’estate dopo una lunga vita per le prime soluzioni della serie R, dovrebbe contare sul supporto a 8 GB di memoria HBM di prima generazione.

Si tratta di una nuova tecnologia per la memoria RAM che verrà prima di tutto utilizzata nella nuova generazione di GPU AMD e subito dopo dalle nuove entry nella gamma Nvidia attese però più in là con il tempo. Questa High Bandwidth Memory utilizzerà fino a 1024 pin con una velocità che potrebbe raggiungere i 128 GB al secondo per l’interfaccia della memoria mentre GDDR5 ne utilizzava massimo 32.

amd_brazos_2 Radeon R9 390X

La memoria del futuro arriva quest’anno, renderà obsolete le GDDR5!

Ecco che quindi la prima GPU basata su architettura Fiji XT, la Radeon R9 390X sarà dotata di ben 8 GB di questa memoria ad altissime prestazioni grazie ad una tecnologia detta “Dual Link Interposer” che supera il precedente limite di “soli” 4 GB che sarebbe comunque superato dalle memorie HBM di seconda generazione, ma troppo tardi con la tabella di lancio delle nuove GPU AMD.

Il tutto non si limita a migliori prestazioni grafiche, ovviamente in un mondo della tecnologia sempre attento all’energia non possono mancare le ottimizzazioni sul fronte dei consumi che potrebbero portare ancora più interessanti scenari nel mondo dei device portatili nel futuro.

Nel frattempo se avete budget più contenuti rispetto a quelli che si prospettano non poco elevati per la Radeon R9 390X, date un’occhiata alle nostre configurazioni per i PC da gioco.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: