Nuovo attacco del gruppo di hacker conosciuto come Anonymous contro il sito del Vaticano, vatican.va, sito ufficiale della Santa Sede.

Il sito è irraggiungibile da oltre un’ora; il gruppo di hacker attivisti spiega in un comunicato di rivendicazioni tutte le colpe della  “Chiesa Romana Apostolica e delle sue emanazioni”.

Non si parla solo delle colpe recenti, come la presunta protezione dei criminali nazisti, i preti pedofili, l’ici sugli immobili, le attività commerciali scorrette, il no all’uso del preservativo, le ingerenze nella vita politica italiana, l’evasione fiscale e chi più ne ha più ne metta.  Anonymous cita anche “vecchi” peccati, partendo dal rogo dei libri e passando per l’inquisizione e la vendita delle indulgenze.

Nel comunicato si spiega inoltre che l’attacco non è rivolto ai fedeli cristiani, ma solo all’istituzione vaticana.

[quote]”Siete retrogradi, uno degli ultimi baluardi di un epoca fortunatamente passata,e destinata non ripetersi”[/quote]

Infine il comunicato chiude con la celebre frase del film Pulp Fiction che cita un finto passo della bibbia, Ezechiele 25:17, eccovi il video della scena:

httpv://www.youtube.com/watch?v=2U-JpzzlNmA

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: