Apple il 1° maggio ha presentato una mozione presso il distretto settentrionale della California affermando che Samsung ha intenzionalmente distrutto i documenti che gli era stato ordinato di consegnare alla società con sede a Cupertino.

Apple ha definito le azioni di Samsung come “inquinamento di prove” e vuole informare il giudice e la giuria che il fornitore sud coreano ha agito in malafede nel non aver rispettato il suo obbligo legale. Se la giuria trovasse Samsung responsabile di una violazione, si potrebbe presumere che l’infrazione sia stata “intenzionale, volontaria, senza riguardo ai diritti di Apple,” visto che i documenti in questione sarebbero stati vantaggiosi per la posizione di Apple.

L’iPhone-maker ha detto che Samsung ha di fatto eliminato “grandi quantità di prove rilevanti in flagrante violazione del suo dovere di conservare tutte le prove”. Un’audizione sulla mozione di Apple è prevista per il 7 giugno. La battaglia legale tra i due colossi si fa sempre più agguerrita, vi terremo aggiornati.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: