L’evento Apple è fissato tra pochi giorni e sappiamo che si tratterà di qualcosa legato all’educazione e si vocifera che si potrebbe trattare di una piccola rivoluzione di come i libri di testo vengano distribuiti ai giovani studenti.

Secondo il WallStreet Journal, Apple avrebbe lavorato un anno a fianco della nota casa editrice McGraw-Hill per portare tutti i libri di testo sulla propria piattaforma di distribuzione digitale.L’accordo prevede anche l’introduzione dello standard Epub3 per permettere di avere eBooks ancora più ricchi di contenuti tramite un nuovo software descitto da Ars technica come il “Garage Band degli ebooks”: questo andrà a rimpiazzare il modo in cui si creano eBooks con iWorks. allo stesso tempo potrebbe anche essere difficile distribuire tali contenuti al dì fuori dell’ecosistema Apple, una previsione sicuramente prevista da Cupertino.

Il risultato? Da un lato della medaglia Apple potrebbe presentare una novità davvero interessante in grado di attirare l’attenzione di grandi e piccoli, dall’altro gli elevati costi del prodotti Apple potrebbero tagliare fuori alcune fasce di studenti, visto che il servizio sarà probabilmente molto “chiuso”, senza prevedere nativamente il supporto degli ebooks su altri device. Scopriremo cosa ha in mente Apple tra pochi giorni.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: