L’evento di New York indetto da Apple si è svolto proprio in queste ore e Cupertino ha annunciato la propria piattaforma iBooks2 per tentare di rivolzionare il modo in cui vengono letti e distribuiti i libri, sopratutto a scopo educazionale.

Al museo Guggenheim della grande mela, Phil Schiller ha presentato iBooks 2 specificando come attualmente ci sono 1,5 milioni di iPad a utilizzati a scopo educazionale con oltre 20,000 applicazioni specifiche. Con il nuovo iBooks 2 Apple viene ulteriormente incontro a queste esigenze introducendo diverse e interessanti novità. Fondamentalmente è come sfogliare un libro digitale con strumenti utili a prendere appunti; inoltre i testi sono ricchi di contenuti quali video e foto che possono essere visualizzati senza lasciare il “libro” in questione e tutto questo ovviamente con la sicurezza che il libro verrà aggiornato in caso di errori o di aggiunta di contenuti. A questo si aggiunge la possibilità di organizzare i testi, vederli in modalità landscape o portrait, appiccicare note virtuali, scrivere sul testo e organizzare i propri contenuti su una griglia.

Apple si è inizialmente avvicinate alle aziende Pearson, McGraw Hill e Houghton Mifflin Harcourt che attualemnte detengono il 90% dei libri di testo USA. Il prezzo? iBooks 2 è ovviamente gratuito mentre i libri di testo costeranno dai $14.99 ( circa 10€) o meno. Un grande risparmio per le tasche dei consumatori e per l’ambiente. Ovviamente ci vorrà ancora tempo prima che questa iniziativa di Apple prenda piede e ancora di più perchè venga esportata in altri paesi. Apple riuscirà a imporre la sua nuova piattaforma o sarà solo un tentativo destinato a fallire?

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: