Apple ha presentato una querela a Samsung per lo smartphone Galaxy Nexus, che violerebbe quattro brevetti detenuti da Cupertino.

La battaglia a suon di brevetti tra i colossi dell’elettronica di consumo Samsung e Apple prosegue ormai da anni, ma di recente anche Google è entrata nella mischia per difendere i produttori degli smartphone con sistema operativo Android dal pagamento di licenze di brevetti alle aziende concorrenti, come appunto Apple e Microsoft. L’ultima causa è stata presentata l’ 8 febbraio presso la US District Court di San Jose, in California.

I brevetti in questione sono quattro, uno dei quali sarebbe il brevetto che riguarda la funzionalità dello scorrimento del dito per sbloccare il dispositivo.

Un’altro riguarda dati “autogenerati”, in cui il sistema può riconoscere, per esempio, un numero di telefono in una e-mail e consente all’utente di chiamare immediatamente quel numero.

La terza violazione riguarda la tecnologia che aiuta a completare le parole parziali che l’utente scrive sul telefono. E il quarto è legato all’attivazione vocale di ricerca, nota anche come Siri.

L’azione legale chiede al giudice di bloccare le vendite del Galaxy Nexus, che impiega il sistema operativo Android 4.0 Ice Cream Sandwich.

Ancora nessun commento da parte di Samsung.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: