Siamo alle solite. Chi segue il mondo della tecnologia da tempo può già immaginare cosa andremo ad analizzare in questo articolo. Non troppo tempo fa, Jony Ive di Apple ha colpito duramente Xiaomi con delle dichiarazioni poco felici riguardanti una presunta “ispirazione” fin troppo marcata.

Ecco un piccolo estratto delle dichiarazioni di Jony Ive:

Non vedo questa situazione come forma di lusinga. La vedo come un furto. […] Penso che sia furto e pigrizia. Non va affatto bene.

Effettivamente i prodotti Xiaomi hanno un certo retrogusto di Mela Morsicata, ma le dichiarazioni sono forti e decisamente fuori luogo. Con modi più pacati e con una classe velata, arriva la risposta di Lin Bin di Xiaomi:

Xiaomi è un’azienda molto aperta, non costringe nessuno ad utilizzare i propri prodotti. In ogni caso, i dispositivi Xiaomi possono essere giudicati  solo dopo averli provati. Sarei ben lieto di regalare (ad Ive) un nostro smartphone, non vedo l’ora di sentire le sue impressioni dopo l’utilizzo.

Non tarda la risposta del celebre Hugo Barra che butta nella mischia anche HTC in campo di design:

Se si guarda iPhone 6, potrete notare che usa lo stesso design che è in circolazione da tempo. iPhone 6 ha un design che HTC ha avuto per 5 anni. Non puoi rivendicare il pieno possesso del design nel nostro settore.

Insomma più piccante la risposta di Barra, che di certo non misura le parole col contagocce. Una situazione dura ma vista e rivista nel mondo della tecnologia, nulla di particolarmente speciale.

Una cosa, però, sembra essere certa Xiaomi inizia a dare fastidio ad Apple. Non è mica poco?

Via

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here