Buone ma cattive notizie arrivano direttamente da Ubisoft riguardo la versione PC del nuovo Assassin’s Creed. La softwarehouse ha comunicato i requisiti minimi per la corretta esecuzione del videogioco, da questi emerge che il terzo capitolo della saga girerà anche su macchine non proprio aggiornate. Andiamo a vederli dettagliatamente.

Prima cosa, Windows XP non viene più supportato ufficialmente, si parte da Vista SP2 e successori, e le CPU consigliate partono dalle Intel Core 2 Duo a 2.66 GHz o di un AMD Athlon 64 X2 6000+ a 3.00 GHz  e i relativi successori e 2GB di RAM.

Quello che però fa storcere il naso alla maggior parte degli appassionati è il requisito della scheda video. Si richiede infatti una GPU compatibile con DirectX 9.0c, con Shader Model 4.0 e con almeno 512 MB di memoria dedicata. La lista delle GPU supportate parte dalle HD 3870 di 4 anni fa, fino a includere le 4000, 5000, 6000 e 7000 più recenti rispettivamente di un anno ciascuna.

Per la concorrenza sono supportate tutte le schede a partire dalla Nvidia GeForce 8600 GT e delle serie 9, 100, 200, 300, 400, 500 e 600 per sistemi desktop. Le versioni per notebook non sono assicurate nella compatibilità.

Ovviamente i requisiti minimi sembrano un po’ ridicoli, supportare GPU di circa 6 anni fa per quanto riguarda Nvidia, non sembra auspicare bene per la qualità grafica del gioco, e che forse sarà il solito porting che gli sviluppatori rilasciano per accontentare i PC gamers.

Da una parte quindi ci saranno più utenti che potranno giocarci, ma dall’altra non si sfrutteranno le vere potenzialità dei sistemi più recenti. Al contrario però i ben 17GB richiesti per l’archiviazione su HDD, ci lasciano un briciolo di speranza…


Partecipa alla discussione