Pochi giorni fa, tramite un sottocosto da Mediaworld, molte persone sono riuscite a portarsi a casa un bellissimo Asus Eee Pad Transformer a soli 199€. Ad un prezzo del genere era difficile resistere, quindi il tablet Asus è veramente andato a ruba!

Per i fortunati che sono riusciti a trovare e a prendere il Transformer in sottocosto, senza aver preso parte ad una rissa per accaparrarsi “l’ultimo pezzo disponibile“, e per tutti coloro che lo possiedono da tempo, ecco a voi una semplice guida per:

  1. Root
  2. Recovery
  3. Custom Rom
  4. Dual-Boot Ubuntu

Premetto che tutte quest operazioni, sebbene reversibili, INVALIDANO LA GARANZIA, e potreste arrecare danni al vostro dispositivo (se non state attenti), quindi procedete solo se sapete quello che state facendo. Ne io, ne lo staff di Techzilla, ci prendiamo responsabilità qualora qualcosa andasse storto!

Bene, cominciamo dicendo che dovrete avere il vostro Tablet aggiornato all’ultima versione 3.2.1, quindi connettetevi in Wi-Fi e scaricate l’ultimo aggiornamento (dovrebbe partire automaticamente). Detto questo, possiamo procedere al Root.

  • Scaricate questo e mettetelo nel vostro Tablet per il Root
  • Installate il programma e una volta aperto cliccate su Root Me
  • Appena finito riavviate il Tablet
  • Scaricate dal Market Super User per la gestione dei permessi di Root

Se avrete installato con successo il Root, passiamo all’installazione della Recovery modificata.

  • Scaricate questo, scomprimetelo e mettetelo nel vostro Tablet per la Recovery
  • Installate il programma e una volta aperto cliccate su Installa Recovery
  • Il Tablet si riavvierà ed installerà automaticamente la Recovery
  • Per andare in Recovery Mode, scaricate questo dal Market

Se avrete installato tutto correttamente, potremo passare all’installazione di una Custom Rom. Quindi andiamo a scaricare la Custom Rom che preferite. Io personalmente mi sono trovato bene con la Revolver. In ogni caso NON dovrete scaricare la versione NVflash, ma la versione normale .zip da flashare tramite la Recovery. Una volta scaricata la Custom Rom preferita, copiamola in una microSD che andrà inserita nel Transformer. Andiamo in Recovery (anche con tasto Accensione + tasto Volume – e poi, quando lo dice a schermo, premere il tasto Volume +), e flashamo la Custom Rom.

Fatto questo avremo il nostro Transformer con Root, Recovery Modificata e Custom Rom. Se vorrete andare oltre, installando Ubuntu Linux in Dual-Boot sul vostro tablet Asus Transformer, potrete seguire la mia vecchia guida se utilizzate Ubuntu sul vostro PC oppure leggere qui sotto per una guida all’installazione tramite PC Windows con interfaccia grafica.

In ogni caso, sia che decidiate di seguire l’installazione tramite Ubuntu o tramite Windows, dovrete accertarvi che il vostro Tablet sia un SBK1, quindi il modello NON dev’essere B70 o più (lo trovate scritto in basso accanto al connettore per la ricarica). Questo perché Asus dal modello B70 in poi ha cambiato il bootloader, e non è più possibile accedere alla modalita APX, necessaria per questi tipi di modifica.

Accertati di ciò, se avete un modello inferiore al B70 procedete pure.

Questo metodo installerà automaticamente il Root, una Custom Rom, e al posto della Recovery ci sarà l’immagine di Ubuntu (quindi per accedervi basterà premere da spento: Tasto Accensione + Volume – e poi, quando lo dice a schermo, premere il tasto Volume +) perciò potete saltare tutti i passaggi precedenti riguardo al Root, Recovery e Custom Rom se avete intenzione di mettere Ubuntu in Dual-Boot. Tutto verrà installato nella memoria interna del Transformer, che sarà ripartizionata, in modo tale da dare 8Gb di spazio ad Android e 8Gb di spazio ad Ubuntu.

Vi dico fin da subito che procedendo verranno persi TUTTI i dati all’interno del vostro Tablet, quindi fate un backup se necessario.

Prima di tutto vi servirà:

  • Frank’s Tool Version 1.1.3 che è il programma per fare il tutto attraverso Windows
  • Una Rom NVflash come la Revolver NVflash version
  • Immagine di Ubuntu creata da Lilstevie (Ubuntu.img)

Cominciamo:

  • Estrarre il Frank’s Tool Versione 1.1.3 in una qualunque cartella
  • Estrarre Ubuntu.img nella cartella principale di Frank’s Tool Versione 1.1.3
  • Estrarre dalla Custom Rom NVflash version, system.img, boot.img e recovery.img e metterli nella cartella principale di Frank’s Tool Versione 1.1.3
  • Fare partire il Tool “Frankc123.exe
  • Cliccare sul Tab Dual Boot A/U
  • Collegare il Transformer al PC tramite cavo USB e avviarlo in modalità APX (da spento: Tasto Accensione + Volume + per circa 5 secondi, lo schermo rimarrà nero ma il dispositivo sarà connesso)
  • Cliccare su Install ed attendere che il tutto venga flashato. Al termine il vostro Tablet verrà riavviato.
  • Se non dovesse installare nulla e vi dice USB device not found, dovrete installare i Driver andando nel Tab Driver e selezionando quelli in base al vostro sistema (32 o 64bit)

Nel caso in cui vorreste tornare ad avere le partizioni di default, con solamente Android, sempre nel Tool di Frank, dovrete andare nel Tab Android, collegare il vostro dispositivo al PC tramite cavo USB, andare in modalità APX, e cliccare su Install perdendo ancora una volta tutti i vostri dati.

Ora però sorgono i problemi. Avviando per la prima volta Ubuntu, nella schermata di configurazione per il nome utente password ecc., non avrete tastiera su schermo. Le soluzioni sono due: o collegate la dock se l’avete, oppure se avete configurato adb, collegate il tablet al vostro pc, e da adb shell date il comando:

  • DISPLAY=:0 onboard

Così facendo comparirà la tastiera a schermo.

Per quanto riguarda i bug, che non possono non mancare, posso segnalare la batteria che graficamente non segnala la restante autonomia (solo da terminale), gli speaker che non vanno (le cuffie invece si), e la webcam che non va.

NB: per avere sempre la tastiera a schermo all’avvio, dovrete andare in alto a destra e cliccare sull’icone della “ruota di carro” e successivamente su System Settings, poi Universal Access, Typing e switchare Typing Assistant su ON (Screen Keyboard).

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome