Durante il mese di febbraio, una donna che vuole restare anonima, ha riportato delle ustioni ai capelli ed in viso quando le sue cuffie hanno preso fuoco durante un volo da Beijing to Melbourne.

Le cuffie in questione erano le Beats di Apple ed erano un modello che prevedeva l’utilizzo di batterie AAA. Quando è avvenuta l’esplosione, la donna era addormentata, per questo non si è accorta in tempo di cosa stava succedendo, riportando i danni di cui sopra.

Notizia di oggi è che Apple rifiuta la richiesta di risarcimento e nega ogni responsabilità dell’avvenuto, in quanto ritiene che l’esplosione sia stata causata da un difetto delle batterie installate dall’utente, e non della cuffia stessa.

“Le nostre indagini hanno indicato che il problema è stato causato da batterie di terze parti” riporta un rappresentante Apple all’Australian Associated Press.

Nonostante il modello esatto sia sconosciuto, la donna afferma di averle comprate in un negozio duty-free nel 2014 e di aver comprato le batterie in Australia.

“Le cuffie non funzionano senza batterie, e né le cuffie né la scatola specificano un tipo di batteria da utilizzare” dichiara la donna.

Al momento si tratta dell’unico caso di cuffie Beats esplose, quindi finora si tratta di un caso isolato. Apple non produce più cuffie che necessitano di batterie AAA, quindi probabilmente si tratta di un modello in giro da diverso tempo.

Noi vi consigliamo sempre di acquistare batterie di qualità per i vostri gadget e di non affidarvi semplicemente a delle batterie che costano poco, in quanto potreste incorrere in casi simili a questo.

Certo che ultimamente, di casi esplosivi, ne son successi

Via

Partecipa alla discussione