Bethesda, la software entrata nella leggenda con giochi dal calibro della saga di Elder Scrolls e Fallout 3, ha rivelato alla critica che creare un gioco cross platform che sia in grado di girare sia su Playstation 4 che su Xbox One non è affatto semplice come ci si poteva aspettare e si prevede una nuova era di console dove gli sviluppatori dovranno scegliere su qualche console concentrare i propri sforzi.

Nonostante le console abbiano specifiche hardware simili tra loro ed utilizzino una configurazione simile ai computer, il processo di creare un gioco per entrambe le console si sta rivelando meno faciel del previsto, a differenza di quanto ci si aspettava. Questo significa anche che alcuni giochi potrebbero avere performance migliori su una console rispetto all’altra.

Il vicepresidente Pete Hines di Bethesda conferma:

“Non è di certo semplice, ma è sicuramente meno impegnativo rispetto alla generazione attuale. PC e MAC sono simili, ma Xbox One e Playstation 4 sono due cose ben separate e l’intera vicenda del cross-platform sarà un’incubo.”

“Non sto assolutamente insultando Sony o Microsoft, ma sono entrambi console-PC di fascia alta in base al loro hardware. Anche se sono in via di sviluppo è molto più semplice svilupparci rispetto a Ps3 e Xbox 360”.

Il primo segnale di queste differenze di architettura le potremo testare già al lancio con titoli del calibro di Assassin’s Creed Black Flag e Call of Duty: Ghosts dove emergeranno i primi dislivelli tecnici e potremo già vedere quale delle due console è la preferita dagli sviluppatori. A livello di preordini sta vincendo Ps4, ma Microsoft sta cercando di recuperare il terreno perso molto velocemente.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: