La serie di Call of Juarez è una delle più famose in circolazione, una di quelle serie che riesce a trasportare il videogiocatore in un contesto ben preciso e a farlo immergere totalmente all’interno delle splendide ambientazioni che solo il Far West ci può regalare.

Così, dopo la moltitudine di delusioni che l’ultimo capitolo – The Cartel – ha lasciato a molti utenti, ecco che gli sviluppatori di Techland si sono rimessi al lavoro per fornirci un capitolo in linea con il vero valore della serie: Call of Juarez: Gunslinger, un titolo disponibile esclusivamente in digital delivery.

Storia

Siamo nei panni di Silas Greaves, un famoso cacciatore di taglie che si ritrova, tra una birra ed un’altra, in un bar a raccontare le sue spericolate avventure da pistolero  del passato e della voglia di vendetta che nutriva nei confronti di Roscoe Bryant e Johnny Ringo, colpevoli di aver compiuto delle cattive azioni alla famiglia di Silas. Proprio da lì prende spunto la parte più innovativa del gioco, con le vicende narrate da Silas stesso che ci accompagnano man mano che si procede avanti nei livelli.

Ben elaborato il sistema di narrazione, con dialoghi mai banali e con situazioni paradossalmente curiose. Divertentissimo infatti il dover ripetere alcuni frangenti del gioco per degli “errori” compiuti dalla voce narrante, che si correggerà e ci farà rieseguire nuovamente la parte di gioco, questa volta nella maniera giusta.

gunslingerGameplay

Se dal punto di vista della narrazione e della storia Call of Juarez: Gunslinger si mostra con idee fresche e di conseguenza attrattive, la stessa cosa non si può affermare per quanto riguarda il gameplay. Il giocatore è infatti molto limitato dalle ambientazioni, molto lineari, che “obbligheranno” a utilizzare sempre le solite strategie durante l’intera durata del gioco e non avremo mai quella sensazione di libertà che di sicuro avrebbe fatto bene. Nonostante ciò, comunque, il gioco risulta molto divertente, pieno di azione ed immediato: mirare e sparare a tutto ciò che si muove, sfruttando di tanto in tanto qualche copertura.

gunslinger_2

In questo ambito è importante segnalare la presenza di due features abbastanza indispensabili nel gioco: una riguarda la disponibilità di un’abilità chiamata “Concentrazione”, che permette al giocatore, alla sua attivazione, di rallentare il tempo per una manciata di secondi ed “evidenziare” i nemici sul campo di battaglia per ottenere un enorme vantaggio su di essi; la seconda abilità riguarda la possibilità, quando si è in fin di vita, di poter rallentare l’ultimo colpo sparato dai nemici e poterlo schivare in maniera tale da salvarsi le penne: qui è richiesta una buona rapidità al giocatore per prendere la giusta decisione (destra o sinistra) in tempo.

Altra integrazione nel gioco riguarda un sistema di punti esperienza, che permetteranno al giocatore di sbloccare vari potenziamenti per rendere il nostro alter ego ancora più inarrestabile, come ad esempio una ricarica più veloce o una mira ancora più “zoomata” che semplificherà i colpi dalla distanza.

Avvincenti e ricchi di tensione sono anche i duelli con altri pistoleri, che premieranno il più abile nell’estrarre la pistola e colpire il nemico. Il sistema prevede principalmente due mosse da effettuare con attenzione contemporaneamente; bisognerà infatti tenere sempre sotto mira l’avversario, con una meccanica che complica molto le cose, e nel frattempo occorrerà far posizionare al nostro protagonista la mano destra in maniera ottimale, per ridurre al minimo i tempi di estrazione dell’arma da fuoco.

Oltre alla campagna classica, saranno presenti 2 ulteriori modalità: la Duel Mode, dove bisognerà affrontare ben 15 antagonisti in duelli 1v1 con sole 5 vite a disposizione, e l’Arcade Mode, dove l’obiettivo sarà di completare il livello chiudendo con il punteggio più alto possibile, grazie alle combo, e nella maniera più rapida.

  gunslinger 3423

Grafica e Sonoro

Non aspettatevi una qualità grafica di ultima generazione in Call of Juarez: Gunslinger. Il comparto visivo è infatti nello stile fumettistico che molti sviluppatori hanno adottato per i propri giochi, donando quel tocco di originalità che all’occhio non dispiace affatto, ma di sicuro poteva essere ottimizzato meglio dal lato tecnico che lascia a desiderare. Il motore grafico, inoltre, non è afflitto da nessun grave problema e con un PC nella media si può procedere abbastanza fluidamente.

Il sonoro, seppur troppo semplicistico negli effetti, risulta essere abbastanza congeniale al gioco e non disturba affatto. Il discorso invece migliora notevolmente per quanto riguarda i doppiaggi, con la presenza di dialoghi mai noiosi e mai banali in lingua inglese (nella versione italiana saranno implementati soltanto i sottotitoli), con spunti ironici che non faranno sentire la propria mancanza.

Conclusione

Call of Juarez: Gunslinger si dimostra un videogioco semplice ed immediato, con una comparto narrativo davvero di ottimo livello ed una trama che non si fa disprezzare. Ottima, come sempre, l’immersione nel mondo del Far West che il gioco sa offrire all’utente, così come da rimarcare la bellezza dei duelli 1v1. Se poi si considera che il gioco (disponibile solo in download digitale) costa solamente 14,90 euro (1200 Microsoft Point), si può dire benissimo che sia stato fatto un lavoro di buon livello durante tutto l’arco dell’avventura (6-8 ore). Se avete amato i precedenti capitoli della serie, non potete di certo farvelo sfuggire.

PRO:

  • Comparto narrativo eccellente

  • Gameplay mai noioso e ricco d’azione

  • I duelli sono il fiore all’occhiello

CONTRO:

  • Tecnicamente non sono stati fatti grandi sforzi

  • Abbastanza breve

  • Assenza del multiplayer

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: