Ora è possibile diffondere la notizia: il cashback di Natale è realtà! Nella Gazzetta Ufficiale del 28 novembre sono stati indicati e descritti i dettagli di funzionamento del servizio volto ad incentivare la diffusione e l’utilizzo del pagamento elettronico nel Paese. L’Italia è indietro rispetto al resto d’Europa sull’utilizzo delle transazioni economiche per gli acquisti fisici. La diffusione degli smartphone e degli accessori con supporto ai pagamenti contactless sta finalmente stimolando la popolazione ad un utilizzo più frequente delle dinamiche relative al pagamento elettronico. Stavolta il Governo ha deciso di galvanizzare il processo attraverso il meccanismo cashback, che partirà in fase sperimentale a dicembre.

Cashback di Natale – Di cosa si tratta?

La misura premiale per l’utilizzo di strumenti di pagamento elettronico permetterà all’utente di ricevere una restituzione pari al 10% delle somme pagate per gli acquisti nei punti vendita fisici effettuati nel mese di dicembre (fino al 31 dicembre), fino ad un tetto massimo di spesa di 1500 euro.

E’ importante precisare che il rimborso potrà scattare solo dopo aver effettuato almeno 10 pagamenti elettronici e, in ogni caso, il cashback non sarà superiore a 15 euro per ogni singolo acquisto, indipendentemente dalla spesa. Per ricevere tutto il bonus di 150 euro, quindi, sarà necessario effettuare almeno 10 transazioni da 150 euro fino al termine dell’anno. Per il raggiungimento dello stesso obiettivo potrà essere utile effettuare un maggior numero di operazioni se le stesse saranno inferiori alla cifra limite.

Cashback di Natale – La necessità dell’app IO

La possibilità di accedere al bonus di Natale viene garantita dall’utilizzo dell’app IO, l’applicazione che permette di aderire a numerosi servizi della pubblica amministrazione. Per accedere al software è fondamentale che l’utente abbia a disposizione la Carta d’Identità Elettronica (con il suo PIN) o il codice SPID. Una volta all’interno, sarà sufficiente registrare le carte di pagamento e il proprio IBAN (indispensabile per il rimborso) all’interno del Tab Portafoglio.

Si precisa che al momento non è possibile l’inserimento dell’IBAN e di altri metodi di pagamento diversi dalla carta di credito, ma l’applicazione verrà aggiornata a ridosso della partenza del servizio (indicazioni non ufficiali parlano dell’8 di dicembre).

Il rimborso sperimentale, attivo a dicembre, sarà accreditato entro la fine di febbraio 2021 direttamente sul conto corrente dell’utente dalla Consap (la concessionaria dei servizi pubblici).

Il meccanismo afferente al bonus seguirebbe una logica chiara, ovvero quella di incentivare movimenti di piccolo importo con l’uso della transazione elettronica.  Gli acquisti negli store fisici con somme modeste, premiate dal Governo se al di sotto di 150 euro, sono ancora raramente effettuati con pagamenti elettronici e, soprattutto, non vengono utilizzati con continuità. Un trend che si vuole cercare di invertire proprio a partire dal mese di dicembre.

Download App IO

App Store

Play Store

Fonte

Rimani aggiornato su offerte lampo ed errori di prezzo, seguici su Telegram!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.