Non ci sono più i videogiochi di una volta; in questo 2017 frenetico ,dove i giochi per smartphone incassano più dei blasonati titoli per console o PC, siamo oramai abituati a convivere con valute digitali e micro transazioni. Un modello di business che non viene adottato solamente dai giochi per smartphone ma che ora interessa anche la stragrande maggioranza dei titoli per PC e Console.

Le microtransazioni e le “casse premio” sono divenute oramai una prassi a cui siamo abituati e proprio in questi giorni ha fatto scalpore il caso di EA e Battlefront 2 che è stato letteralmente schiacciato da un caso mediatico a causa delle tante ore di gioco necessarie per sbloccare personaggi del gioco, tra cui Darth Vader e Luke Skywaler.

La scorsa settimana il presidente della Commissione Gaming del Belgio, Peter Naessens, aveva annunciato l’avvio di indagini su Overwatch e Star Wars: Battlefront II per via dei loro sistemi d’acquisto in app al fine di valutare se si trattasse o meno di gioco d’azzardo ed oggi ne abbiamo al conferma.

Koen Green, Il ministro della giustizia Belga ha dichiarato:

mescolare il gioco d’azzardo e il gaming, specialmente sui giovani, è pericoloso per la salute mentale del bambino. dobbiamo rivolgerci all’Europa. Certamente proveremo a vietare questa pratica.

Le autorità belghe hanno decretato che le casse premio dei videogames sono a tutti gli effetti considerabili alla stregua del gioco d’azzardo. Questa decisione servirà a  portare la questione sul banco dell’Unione Europea.

Via

Partecipa alla discussione