Mentre l’economia italiana sta vivendo un momento di crisi profonda e l’intero paese va a rotoli, il parlamento occuperà il suo tempo a discutere della legge antipirateria, vero flagello dell’Italia; una decisione che sicuramente aiuterà tutte le famiglie italiane a superare il momento difficile. D’altronde erano richieste al nostro governo manovre serie, forti ed efficaci per uscire dalla situazione di crisi, dunque eccole: si discuterà sulla proposta di legge numero 4549, presentata pochi mesi fa alla Camera dei Deputati, che ha l’obiettivo di responsabilizzare i provider del servizio internet in caso di utilizzo di software per la condivisione Peer to Peer (P2P).

Se la proposta di legge venisse approvata, verrebbe introdotto anche in Italia il sistema Hadopi attualmente in vigore in Francia. Ma da noi, ovviamente, si fanno le cose in grande: non saranno più necessari i famosi 3 richiami per la sospensione della connessione; nel nostro paese basterà la prima segnalazione per costringere il provider a bloccare la connessione internet del famigerato pirata, reo di aver scaricato il film dei Puffi per il proprio bambino, non avendo magari intenzione di sborsare 30€ per portare tutta la famiglia al cinema. La legge prevede l’accusa di correità nel caso in cui l’Internet Provider non blocchi la connessione dopo la prima segnalazione.

Che ne pensate?

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here