Essendo ormai nota da tempo la volontà da parte di Cyanogen di non dipendere dai servizi Google, la notizia di oggi che vede sancita la partnership con Microsoft non suona come qualcosa di inimmaginabile.

Il momento dell’indipendenza totale da Google ancora non è arrivato (e dubitiamo arriverà presto), ma la Cyanogen Inc. ha fatto sapere ai colleghi di The Verge che entro la fine dell’anno Cyanogen OS avrà preinstallate alcune app di Microsoft come Bing, Skype, OneDrive, OneNote, Outlook e Office.

“People around the world use Cyanogen’s operating system and popular Microsoft services to engage with what matters most to them on their mobile devices,” said Kirt McMaster, CEO of Cyanogen Inc. “This exciting partnership with Microsoft will enable us to bring new kinds of integrated services to mobile users in markets around the world.” Microsoft says it will “continue to deliver world-class experiences across productivity and communications on Windows, and we’re delighted that Cyanogen users will soon be able to take advantage of those same powerful services.”

Come potete intuire da questo estratto delle dichiarazioni di Cyanongen e Microsoft, i convenevoli si sprecano.

La notizia di Microsoft che “investe” sulle applicazioni dedicate ad Android non è una novità: abbiamo già visto diverse applicazioni installate sul Samsung Galaxy S6, presto avverrà lo stesso anche sui prodotti Android-powered di Dell e non dimentichiamo di certo come l’azienda di Redmond abbia lanciato applicazioni ad-hoc per l’OS di Google come Next Lock Screen.

Tale notizia ha scosso molti utenti Cyanogen. Così Android Central ha contattato Cyanogen per ricevere ulteriori informazioni: l’azienda ha tranquillizzato tutti i suoi utenti confermando la possibilità di disinstallare delle sue applicazioni di terze parti.

Via
Fonte
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: