DARPA inventa i proiettili a guida automatica

L'agenzia governativa americana sta preparando dei proiettili a guida ottica capaci di modificare la propria traiettoria a mezz'aria

Se avete visto il film “Wanted“, vagamente ispirato alla serie di fumetti omonima, avrete probabilmente in mente le sequenze che avevano come elemento centrale la capacità dei proiettili di curvare a mezz’aria per evitare gli ostacoli che si frapponevano tra loro e il bersaglio. Sequenze che in breve tempo potrebbero apparire meno fantasiose di quanto sembrino: l’agenzia governativa DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency’s) del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, infatti, sta sviluppando proiettili che, stando ai primi test, sembrano veramente capaci di modificare la loro traiettoria per inseguire il loro bersaglio.

Si tratta di munizioni calibro .50, facenti parte del programma Extreme Accuracy Tasked Ordnance (EXACTO), il cui scopo è quello di integrare un sistema di guida ottica in tempo reale che permetta loro di identificare e seguire i bersagli; il sistema di guida assicurerebbe maggiore precisione per i cecchini che dovessero avere a che fare con fattori esterni negativi, quali il vento o il movimento del bersaglio.

“Per i tiratori scelti è molto difficile fronteggiare con le attuali tecnologie condizioni sfavorevoli come i forti venti e il terreno polveroso tipico di regioni come quella dell’Afghanistan“, ha spiegato il DARPA. “Per i tiratori è cruciale ingaggiare il bersaglio più velocemente e con maggiore precisione, dal momento che ogni colpo che non colpisce il bersaglio si trasforma in un rischio per le truppe, rivelando la loro presenza e potenzialmente la loro posizione”.

Nel 2014, il DARPA ha effettuato la prima dimostrazione dei proiettili EXACTO, mostrando come i proiettili fossero effettivamente capaci di muoversi a mezz’aria. Nel 2015 sono stati effettuati nuovi test, con i quali è stato possibile apprezzare la capacità delle munizioni auto-guidate di adattare la loro traiettoria non solamente a quella di bersagli in movimento, ma anche di bersagli in fase di accelerazione.

“I proiettili EXACTO hanno mostrato quel che una volta si riteneva impossibile: la guida in tempo reale di proiettili di piccolo calibro” ha commentato Jerome Dunn, program manager del programma DARPA. “Questi test, effettuati con un comune fucile, hanno mostrato la capacità di EXACTO di colpire bersagli in movimento con estrema precisione a distanze finora irraggiungibili per le munizioni tradizionali. ”

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: