Dragonborn è il nuovo DLC di Bethesda Softworks, la casa sviluppatrice di The Elder Scrolls V: Skyrim, e noi abbiamo avuto il piacere di poter provare per voi, quello che rappresenta un corposo aggiornamento all’esperienza che potete avere nelle terre della fredda regione di Skyrim.

Dragonborn è arrivato il 4 dicembre 2012 in esclusiva per Xbox 360 e qualche settimana fa ha anche raggiunto le piattaforme Playstation 3 e PC, noi lo abbiamo provato su quest’ultimo e vi riportiamo di seguito la nostra esperienza e le nostre opinioni a riguardo.

Skyrim Dragonborn – La Recensione

Dragonborn – Le novità

Definire Dragonborn un DLC potrebbe essere molto riduttivo, il termine espansione probabilmente ne rende maggiormente merito. Abbiamo infatti un’immenso numero di nuove missioni, ben 59, delle quali però solo 7 ampliano la missione primaria del gioco principale.

Il già vasto ambiente si amplia di ulteriori 53 luoghi totalmente nuovi e da scoprire sull’isola di Skyrim. L’equipaggiamento del vostro personaggio potrà essere ampliato con altri 4 nuovi set per l’armatura (che però non saranno più resistenti) che potranno essere forgiate altre anche ad alcuni nuovi abiti.

Dragonborn

Vengono introdotti nuovi materiali come ad esempio le “pietre del cuore” che vi permetteranno di creare altri bastoni magici per arricchire ancora di più il vostro equipaggiamento. Il dovahkiin ora potrà padroneggiare ulteriori 4 urli e sarà ancora più forte.

Per il resto troviamo anche, oltre a quanto già detto, ben 6 nuovi cibi per una rapida cura durante un combattimento e 7 nuove bevande, che rinforzeranno il vostro vigore. Ancora troverete ben 11 nuovi ingredienti che vi serviranno per creare ben 7 nuove pozioni introdotte in Dragonborn.

Dragonborn

Dragonborn vi si presenterà per la prima volta sotto la forma di due cultisti, che saranno i primi nemici delle nuove avventure del gioco e solo la loro morte potrete accedere al primo obbiettivo di questa sostanziosa espansione. Il loro messaggio dice:

“Sali sulla vergine del Nord ormeggiata a Rocca del Corvo. Raggiungi Windhelm e inizia la tua ricerca. Uccidi il falso Sangue di Drago noto con il nome di….ed ecco comparire in nostro nome…prima che possa raggiungere Solstheim. Torna con i vessili della vittoria e Miraak ne sarà compiaciuto.”

Tra i nuovi nemici che incontrerete durante questo nuovo viaggio troverete anche i Morag Tong, di una società segreta di Tamriel, serpenti giganti, un mostro dal nome di Lurker e tante nuove specie di draghi pronte a tentare di uccidervi con l’effetto sorpresa.

Dragonborn

Quello che non cambia, almeno che non abbiate installato mod a proposito (e per questo vi segnaliamo la nostra guida), sono le texture e la grafica mentre il gioco invece potrebbe risultarne leggermente appesantito. Almeno nella versione PC che abbiamo provato, si notava qualche calo di framerate in più rispetto al gioco puro.

Il DLC è disponibile ad un prezzo di 19.90€ forse un po’ troppo alto per un titolo di questo genere, ma andando a vedere le tonnellate di materiale aggiunto forse potremmo giustificare il prezzo. Bethesda ha inoltre aggiornato le Texure HD per gli utenti PC in occasione dell’uscita di Dragonborn. Insomma se siete degli amanti della serie non potete farvelo scappare!

PRO:

  • Tante ore di gioco in più
  • Molto più corposa delle precedenti

CONTRO

  • Prezzo forse leggermente eccessivo
  • Chi è già molto avanti nel gioco potrebbe non essere entusiasta

Voto Finale 4/5

Si ringrazia ufficio stampa Beteshda Italia

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: