Continua l’inarrestabile crescita degli ebook. Il fenomeno della lettura su dispositivo digitale, in primis l‘e-book reader ma ormai sempre più spesso anche tablet, è partito qualche anno fa con l’introduzione del primo Kindle, poi commercializzato sotto il marchio Amazon.

Ma mentre in USA il fenomeno ha già raggiunto proporzioni rilevanti, andando a conquistare fette di mercato di anno in anno più grandi, in Italia la lettura di libri elettronici fatica a decollare. Il 19% della popolazione adulta statunitense legge su ebook reader e altrettanti lo fanno su tablet.

In Europa la situazione è analoga, con la Spagna che dichiara che il 7% di chi ha più di 14 anni legge ebook. In Italia? Si prevede un misero 3% a fine 2012. Dato reale o fittizio che sia, il divario sembra veramente marcato, e si fa ancora più acuto osservando le differenze regione per regione. Il digital divide gioca sicuramente un ruolo molto importante ma, secondo i puristi della carta stampata, niente può sostituire l’odore di un buon libro (gli alberi ringraziano..).

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: