Dopo un attesa durata ben 6 lunghi anni, oggi ha finalmente raggiunto gli scaffali il nuovo capitolo della saga di Elder Scrolls, stiamo parlando dell’attesissimo Skyrim, che ci metterà nei panni dell’ultimo dei Dovahkiin, esseri con sangue di drago che scorre nelle loro vene.

Il nuovo Elder Scroll prenderà atto circa duecento anni dopo gli eventi di Oblivion e si svolgerà nell’omonima terra nordica di Skyrim. Tamriel è di nuovo in pericolo, questa volta la profezia ha previsto il ritorno dei draghi e del ritorno del dio Alduin che minaccia di distruggere tutto. Noi saremo gli unici in grado di ostacolare i piani di Alduin.

Come da tradizione, in questo titolo viene lasciata al giocare una libertà d’azione pressochè assoluta, avremo la possibilità di scegliere il percorso d’evoluzione del nostro personaggio e di quali abilità avremo bisogno. Inoltre, essendo Dovahkiin avremo la possibilità di usare la magia dei draghi anche impersonando dei semplici e brutali guerrieri.

A proposito di semplicità, i sistemi di gestione delle abilità e dell’equipaggiamento sono stati alleggeriti molto, rendendo il gameplay molto più incentrato sull’azione che sull’aspetto GDR nudo e crudo. Questo potrebbe invogliare i giocatori meno attenti a prendere in mano il titolo, ma allo stesso tempo potrebbe far storcere il naso ai più esigenti.

Fortunatamente, ricordiamo che la versione PC avrà pieno supporto alle Mod che da Morrowind accompagnano costantemente il titolo. Non mi resta che augurarvi buon divertimento; rimanete sintonizzati per la recensione prossimamente.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here