Elon Musk, figura dinamica, innovativa. La personificazione della parola progresso. Non sazio dei risultati raggiunti con Tesla e SpaceX in primis, la sua geniale mente si è messa in azione per avviare una nuova sfida. Secondo il Wall Street Journal, il prossimo progetto di Musk è Neuralink.

Nulla di troppo complicato sia chiaro, Elon vuole semplicemente creare una connessione diretta tra un cervello umano e un computer. Durante una conferenza della scorsa estate, Elon Musk ha sottolineato che gli esseri umani hanno bisogno di un supporto artificiale per essere competitivi con i computer che diventano sempre più intelligenti ed autonomi. Perchè non creare un computer da craneo per curare malattie e sviluppare la prima generazione ibrida uomo-macchina?

Neuralink è attiva in California come società di ricerca medica. Sono tante le personalità di alto profilo accademico che operano in Neuralink: Dr. Venessa Tolosa (nano tecnologie), UCSF professor Philip Sabes (ha partecipato a conferenze sponsorizzate da Musk su AI) e Timothy Gardner, professore Università di Boston (percorsi neurali nel cervello di alcuni uccelli).

Elon Musk Neuralink

Come da tradizione, Musk spinge forte con Neuralink per presentare un prototipo funzionante, sicuro e praticabile. Il prototipo prevederà degli impianti celebrali mirati al trattamento di malattie come l’epilessia, il morbo di Parkinson e la depressione.Un bene o un male? Obiettivo ambizioso, aumentare le prestazioni del genere umano. Strada lunga, passerà ancora del tempo prima che questo accada. Elon Musk sicurezza, prima o poi il nostro cervello sarà potenziato da Intelligenza Artificiale.

Forse ho bisogno di un piccolo upgrade per esprimere una valutazione.

Via
Fonte

Partecipa alla discussione