Una delle grandi potenzialità del browser Chrome risiede nella varietà di estensioni presenti che permettono di integrare app o funzioni aggiuntive nel browser. Per quello che non possiamo fare grazie alle estensioni potrebbe venirci invece in aiuto Android e in particolare le tante app presenti nel Play Store. Da qualche giorno sono infatti disponibili le prime applicazioni per Android compatibili con Chrome/Chrome OS.

Per il momento infatti è possibile eseguire solamente applicazioni pensate per Chrome OS, tuttavia esiste un modo per eseguire qualsiasi applicazione Android direttamente grazie al nostro browser Chrome e in questa guida vedremo come fare. Attenzione: le app non certificate potrebbero non funzionare correttamente. In questo caso è necessario attendere che lo sviluppatore adatti la propria applicazione per esser compatibile a Chrome/Chrome OS. Vediamo quindi Come eseguire app Android in qualsiasi browser Chrome

Come è possibile far girare app Android su Chrome?

Per prima cosa una piccola lezione di storia. Quello che rende possibile eseguire le app Android è chiamato App Runtime per Chrome o ARC. Questo funziona allo stesso modo con cui la recente Runtime ART permette di eseguire applicazioni si Android per smartphone e tablet. utilizzando queste due runtime gli sviluppatori possono rendere compatibili le app per Chrome senza andare a modificare nel profondo le app. ARCè stato progettato per funzionare solo su Chrome OS tuttavia lo sviluppatore vladikoff ha creato qualcosa chiamato ARChon Custom Runtime così può essere utilizzato per Chrome su Windows, Mac e anche Linux. E’ stato inoltre rimosso il limite di app che possono essere eseguire in Chrome.Tutto questo è quindi possibile grazie al lavoro di vladikoff. Iniziamo ? android-chrome

1) Installiamo ARChon Custom Runtime

La prima cosa da fare è installare la versione personalizzata di ARC per Chrome. Per fare questo ci servirà Chrome versione 37 o superiore.

  1. Scarichiamo ARChon da qui 
  2. Scompattiamo l’archivio
  3. Andiamo nel menù estensioni di Chrome tramite Menù -> Strumenti -> Estensioni
  4. Abilitiamo la modalità sviluppatore nell’angolo in alto a destra
  5. Selezioniamo “Load unpacked extension”
  6. Selezioniamo la cartella dove abbiamo estratto ARChon
  7. ARChon è ora operativo sul nostro browser Chrome. Probabilmente ci apparirà un messaggio di errore come quello qui sotto, ma non è niente si preoccupante.

error

2) Installiamo le App Android

A questo punto non ci resta che installare qualche applicazione Android. Questo processo non è così immediato come può essere scaricare un’app dal PlayStore per smartphone o Tablet Android. Fortunatamente la community Android si è già attivata per scoprire quale applicazioni sono compatibili con Chrome. Attualmente potete trovare le app compatibili in questo subreddit e su questo documento di Google Drive. Attenzione: la distribuzione di apk modificati non è sempre legale. Scaricare gli apk di un app gratuita non è un grande danno per lo sviluppatore, non quanto quella di un app a pagamento ovviamente. Non sfruttiamo questa occasione per scaricare qualche app Android. Scarichiamo solo app gratuite o che abbiamo già acquistato. Perfetto, ora che abbiamo uno zip contenente l’APK che vogliamo installare dovremo procedere con la stessa procedura con la quale abbiamo installato ARChon.

  1. Scompattiamo l’archivio della nostra app
  2. Andiamo nel menù estensioni di Chrome tramite Menù -> Strumenti -> Estensioni
  3. Abilitiamo la modalità sviluppatore nell’angolo in alto a destra
  4. Selezioniamo “Load unpacked extension”
  5. Selezioniamo la cartella dove si trova l’APK

L’applicazione dovrebbe ora apparire nell’app launcher di Chrome, a volte senza l’icona. Se vediamo un altro messaggio di errore non preoccupiamoci. Che succede che l’app che vogliamo usare non è ancora stata modificata per Chrome? In questo caso dovremo utilizzare un’altra procedura, più complicata della prima. Pronti a procedere?

Come fare se l’app Android non è elencata? command-640x347

Per far funzionare un’app Android su Chrome dovremo fare qualche modifica. Per fare questo c’è un comodo strumento, ma per prima cosa avremo bisogno dell’ APK che vogliamo modificare. Possiamo prenderlo direttamente dal nostro dispositivo se lo abbiamo installato. Ecco come:

Per prima cosa installiamo ASTRO File manager da qui:

Gestione file ASTRO
Gestione file ASTRO
Developer: Metago
Price: Free
  1. Apriamo Astro
  2. Apriamo il menù a sinistra e selezioniamo l’app strumenti e clicchiamo “App Mgr”
  3. Selezioniamo l’app che vogliamo estrarre dal dispositivo
  4. Selezioniamo “Backup”
  5. Selezioniamo una cartella a piacimento ( possibilmente su scheda SD)
  6. Apriamo la cartella e copiamo il file .apk sul PC

Adesso è il momento di installare il ChromeOS APK Tool per modificare automaticamente l’apk che vogliamo far girare su PC. Ecco le istruzioni in base al sistema operativo che usiamo.

Windows

  1. Scarichiamo il file .msi di node.js (non il file .exe) da qui.
  2. Installiamo node.js.
  3. In un prompt dei comandi eseguiamo la stringa: command prompt, run the command: npm install chromeos-apk -g

OS X/Linux

In un terminale eseguiamo il comando: sudo apt-get install npm
(Solo per Ubuntu): Eseguiamo il comando: sudo apt-get install lib32stdc++6
Scarichiamo node.js da qui

Scompattiamo il file tar.gz che abbiamo scaricato

Apriamo un terminale nella posizione del file appena estratto e digitiamo questi comandi in ordine ( INVIO dopo ciascuno di essi ):
./configure
make
make install
Eseguiamo il comando: sudo npm install chromeos-apk -g

Ora abbiamo installato il tool per modificare gli APK. Vediamo come utilizzarlo:

  1. Apriamo un terminale dei comandi nella posizione dove abbiamo estratto l’.APK da modificare
  2. Eseguiamo il comando: chromeos-apk [NOME DEL FILE APK]
  3. Inseriamo il nome del pacchetto dell’app se viene richiesto. Potete trovare questo nome nel PlayStore da un browser web. E’ la parte del link contenuta tra ?id= e &hl=it come nell’esempio per Facebook: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.facebook.katana&hl=it
  4. Fatto!

Non c’è garanzia che questa procedura funzioni sempre, inoltre ogni APP potrebbe essere un caso a se stante. Inoltre alcune funzioni di app e giochi potrebbero non funzionare correttamente, ad esempio per mancanza di sensori come il giroscopio o l’impossibilità di fare acquisti in-app.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: