La Banca Centrale Irlandese (Central Bank of Ireland) ha finalmente concesso a Facebook il lasciapassare che attendeva da due anni: il social network più utilizzato al mondo potrà operare nel settore dell’e-banking anche in Europa. Facebook potrà emettere moneta elettronica, ed i suoi utenti otterranno la possibilità di trasferire somme di denaro in tutti i paesi dell’Unione Europea. Una rivoluzione che arriva nel vecchio continente con qualche anno di ritardo; Facebook infatti già da qualche tempo garantisce negli Stati Uniti la possibilità di effettuare pagamenti tra gli utenti. Tramite Facebook Messenger e servizi creditizi esterni sono infatti gestite negli USA buona parte delle microtransazioni relative a giochi popolari quali Candy Crush e Clash Royale.

Al momento non è chiaro come Facebook, che già collabora con fornitori di servizi bancari come PayPal, sfrutterà le concessioni che ha appena ottenuto e quali servizi di pagamento offrirà agli utenti: di certo c’è il fatto che il settore dell’e-banking, al momento dominato dai colossi Western Union e MoneyGram, è destinato ad una inevitabile rivoluzione. Un attore influente come Facebook, che in tutto il mondo conta oltre un miliardo di utenti, potrà sfruttare la consistente penetrazione dei suoi servizi in tutto il mondo per offrire servizi finanziari e di money transfer che chiunque potrà utilizzare all’interno della propria nazione o internazionalmente.

facebook banca

Facebook diventerà una vera e propria banca? È ancora troppo presto per dirlo, ma il fatto che a così tante persone venga offerta la possibilità di depositare soldi, trasferirli a piacimento e utilizzarli per l’acquisto di beni all’interno della piattaforma social più estesa e conosciuta al mondo lascia intendere che il mondo della finanza si appresta a subire una trasformazione radicale. Gli appassionati di numismatica sono avvisati.


Partecipa alla discussione