Facebook rivede la sua politica e, a dispetto delle dichiarazioni pronunciate diverso tempo fa, annuncia l’introduzione di avvisi pubblicitari ad inizio video, in modo da generare maggiori introiti sulla piattaforma e da attirare un numero maggiori di azionisti.

Facebook – Pubblicità ad inizio video per aumentare i ricavi

Secondo il Wall Street Journal, Facebook avrebbe riconosciuto il fallimento degli spot inseriti a metà video. I risultati ottenuti non sarebbero stati quelli sperati, da qui la nuova decisione aziendale: le pubblicità verranno introdotte ad inizio video e saranno al massimo di 6 secondi.

Entrando maggiormente nel dettaglio, gli avvisi pubblicitari non interesseranno la bacheca degli utenti, bensì saranno inseriti nei video che popolano la sezione dedicata, Watch. Facebook Watch è la piattaforma, partita ad agosto in America, che consente agli utenti di guardare in streaming diversi contenuti (ad esempio produzioni originali, sport ed altro). Un servizio che si avvicina a quelli offerti da Amazon Prime Video e da Netflix. Facebook sta pensando di esportare Watch fuori dall’America: si attende, nel 2018, la sua attivazione in India.

Facebook più simile a YouTube

Gli spot ad inizio video, dunque, consentiranno all’azienda americana di incrementare la propria competitività nel settore dello streaming video, grazie anche a nuove strategie che verranno messe in pratica contestualmente. Si pensa, infatti, che ci saranno modifiche alla priorità dei video nel flusso delle notizie, incoraggiando la visualizzazione di alcuni filmati. Ne conseguirà un aggiornamento del sistema di monetizzazione, in modo da andare incontro alle nuove esigenze degli investitori.

Attendiamo il nuovo format pubblicitario nel 2018. Non sono state rilasciate informazioni dettagliate, dunque attendiamo notizie più approfondite dalla stessa Facebook nel corso delle prossime settimane! 

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: