Facebook continua a rilasciare applicazioni come non ci fosse un domani. Oggi andiamo a scoprire la neonata Riff, un’applicazione dedicata ai video a tema.

Questa nuova applicazione farà felice i social-addicted, che hanno bisogno di condividere davvero ogni cosa accade accanto a loro, e il funzionamento è molto semplice: nella home troviamo dei video d’esempio (probabilmente nell’attesa che qualcuno dei nostri amici di Facebook inizi a postare video tramite quest’app) dove troviamo un argomento e vari video che lo rispecchiano.

balancing-act-riffPer esempio, nella mia home di Riff al momento vedo un argomento in evidenza denominato “Balancing Act” con tanti video che mostrano cani, gatti, ragazze e ragazzii impegnati in imprese degne dei migliori equilibristi. Tramite il tasto “+” in basso a destra potrei contribuire a questa catena, ma in questo ambito non me la cavo granché…

In alto a destra troviamo il pulsante “Nuovo video”, che ci porta a scegliere un nuovo argomento, per esempio #karaoke, e quindi postare il nostro primo video – sperando di non stonare. Spetterà ai nostri amici poi rispondere a tono e mostrarci tramite un breve video se riescono a fare meglio. L’argomento/canale rimarrà aperto a tutti gli amici dei partecipanti, che potranno creare una catena teoricamente infinita di video sull’argomento.

Riff è una specie di strano mix tra Snapchat, Reddit e Vine ma made-in-Facebook (mi fa male la testa), e come ogni novità ci vorrà del tempo perché la gente ne possa capire il funzionamento e sancirne quindi il successo o la rovina.

Nell’attesa che qualcuno dei miei amici carichi qualcosa per poter capirne meglio il funzionamento e le possibilità di condivisione, almeno sulla carta gli ingredienti per un buon seguito sembrano esserci tutti.

A seguire i box per il download di Riff su Android e iOS.

The app was not found in the store. 🙁
The app was not found in the store. 🙁
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: