I realizzatori di Fast & Furious 7 si sono rivolti ai fratelli del defunto Paul Walker per aiutare a completare l’ultimo capitolo della saga di film d’azione automobilistici che lo vedevano come protagonista. In un post su Facebook di ieri , la produzione ha rivelato che Cody e Caleb Walker si sono uniti al team del film per aiutare a riempire qualche ciack rimasto incompleto e “piccoli buchi” che sono stati lasciati a seguito della morte dell’attore lo scorso novembre, in un tragico incidente d’auto.

“Ci siamo riuniti e abbiamo convenuto che l’unica scelta era quella di continuare”, si legge nella dichiarazione. “Paul aveva già girato le sue scene drammatiche e la maggior parte della sue scene d’ azione per Fast & Furious 7, ed è tra le più forti opere della sua carriera. “

Il film, inizialmente previsto per il 2014, il seguito alla morte di Walker, è stato temporaneamente messo in attesa, finchè i realizzatori hanno deciso come procedere.

Anche se la prospettiva di continuare il film e il franchising nonostante la morte dell’attore possa sembrare morbosa, non è un caso senza precedenti. Un approccio simile è stato utilizzato per il film del 1994 The Crow (Il Corvo) quando la stella Brandon Lee è stata ucciso durante le riprese. In quel caso i realizzatori hanno utilizzato editing, controfigure, e immagini computerizzate per riprodurre il volto di Lee nelle scene che non erano state ancora girate.

“Siamo a poco meno di un anno di distanza dal rilascio di Fast & Furious 7 “, recita il post di Facebook. “Abbiamo voluto prendere un momento per parlare ai nostri fan direttamente e grazie all’amore e al sostegno che ci mostrano sempre abbiamo deciso di riprendere il nostro lavoro.”

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: