Foxconn prevede di migliorare le condizioni di lavoro nelle sue fabbriche cinesi dove vengono realizzati gli iPhone e gli iPad, secondo il CEO Terry Gou, e Apple ha riferito che condividerà i costi per realizzare questi miglioramenti.

Gou ha detto ai giornalisti:

[quote]”Abbiamo scoperto che il miglioramento delle condizioni di fabbrica non è un costo. Si tratta di una forza competitiva. Credo che Apple la veda come una forza competitiva come noi, e quindi divideremo i costi iniziali.”[/quote]

Apple e Foxconn sono finiti sotto i riflettori per le pessime condizioni di lavoro nelle fabbriche cinesi dove vengono prodotti gli iPhone e gli iPad, luogo di alcuni suicidi degli operai negli anni scorsi.

[quote]”Anche se pensiamo che Apple è tra i migliori in termini di auditing (controlli interni), noi continuiamo a pensare che Apple potrebbe fare di più perché è l’azienda più redditizia al mondo,”[/quote] sostengono molti movimenti di protesta, capeggiati da Li Qiang del China Labor Watch.

Apple ha aderito alla Fair Labor Association nel mese di gennaio, che ha prontamente iniziato una serie di verifiche indipendenti delle strutture Foxconn.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: