Foxconn Technology Group, uno dei maggiori produttori di componenti informatici a livello mondiale, tra cui gli iPhone e gli iPad di Apple, dovrebbe subire un impatto limitato dall’esplosione del 20 maggio. La fabbrica Chengdu, dove si è verificato l’incidente non è infatti il sito principale di produzione.

Secondo le dichiarazioni di due analisti del centro di ricerca tecnologica Yanta Securities Co., Foxconn produrrebbe la maggior parte degli iPhone e degli iPad nello stabilimento in Shenzhen, Guangdong.

[quote]”La fabbrica Chengdu si dedica principalmente all’assemblaggio di computer, Foxconn è un produttore molto professionale e di grande esperienza e saprà affrontare il problema con adeguati aggiustamenti, in modo da minimizzare l’impatto sulla produzione”[/quote] ha dichiarato Vincent Chen, direttore del centro di ricerca.

Ricordiamo però che l’esplosione ha causato 2 vittime e 16 feriti e il fuoco è stato estinto solo diverse ore dopo;  dal canto suo Apple ha dichiarato di stare lavorando accanto a Foxconn per determinare le cause dell’incidente, per il quale si sentono profondamente addolorati.

Steve Downling, responsabile di Apple, non ha però commentato circa il possibile ritardo nella consegna di iPhone e iPad 2.

Gli investigatori di Chengdu per ora escludono che possa trattarsi di un’esplosione intenzionale.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here