Erano le 7.00 del mattino di Domenica 9 Marzo quando una delle fabbriche addette alla produzione delle schede madri del Galaxy S5 di Samsung ha iniziato a bruciare. Dopo circa 6 ore i 287 pompieri con 80 veicoli sono riusciti a domare l’incendio con una perdita stimata di circa 1 miliardo di dollari tra componenti e strumenti per la produzione.

Nonostante si tratti di un grande colpo alla produzione di Samsung, l’azienda ha annunciato che la produzione non era centralizzata in quella fabbrica e che già da altre parti si stanno continuando a produrre gli stessi componenti richiesti per la produzione del Gs5. Il Galaxy S5 verrà infatti lanciato l’11 Aprile e questo disastro non dovrebbe compromettere troppo la produzione del nuovo top di gamma di Samsung. Nessuna persona sembra essere rimasta coinvolta nell’incendio.

20140309155329

20140309150229

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: