Samsung Galaxy S II è uno dei dispositivi più chiacchierati in questi mesi, grazie all’ottimo prodotto che l’azienda coreana ha saputo costruire, grazie ad android, al processore dual-core, allo schermo super amoled plus e al design molto apprezzato.

L’enorme successo del Galaxy S II hanno portato l’azienda a proporre diverse varianti, iniziando dalla colorazione che è ora disponibile anche in bianco e da poco, in Corea, in rosa.  Senza dare troppo nell’occhio, Samsung ha iniziato la vendita di un nuovo modello di Galaxy S II che era già stato avvistato un po’ di tempo fa in alcune foto leaked sulla pagina Samsung Mobile Singapore. Il nuovo modello è infatti equipaggiato conchipset Texas Instrument OMAP 4430, già visto sul recente  Motorola Razr, che andrà a sostituire l’Eynos 4210 del Galaxy S II i91000 “classico”.

Samsung ha avviato questa nuova commercializzazione in modo molto anonima, senza rilasciare alcun comunicato stampa in merito. Molti clienti asiatici che hanno acquistato un Galaxy S II si sono infatti ritrovati con il nuovo chip a loro insaputa e poco alla volta il modello i9100G ha soppiantato il classico i9100 nelle pagine web asiatiche.

Le domande che sorgono spontanee sono: perchè di questo cambio di chip? E sopratutto, il nuovo chip è più potente del predecessore?

Il nuovo modello di Galaxy S II è identico in tutto e per tutto al Galaxy S II che siamo abituati a vedere. Ovviamente le uniche differenze sono il chip SoC OMAP 4430 che utilizza una ARM Cortex A9 dual-core 1.2 GHz e come acceleratore grafico una PowerVR SGX540 con clock a 304 MHz, oltre al logo di accensione diverso che presenta la scritta i9100G. tutte le altre caratteristiche, dal sistema operativo, alla memoria, alla fotocamera sono inalterate.

Il motivo di questa scelta da parte di Samsung non è chiaro. Forse la bassa disponibilità di siliconati, forse dei test su larga scala per provare il nuovo chip, forse i costi inferiori di quest’ultimi o magari vi è effettivamente un miglioramento nelle prestazioni, seppur impercettibile ad occhio. Resta di fatto che difficilmente vedremo il nuovo Galaxy S II qui in Italia, ma in fondo non dovrebbe importarcene molto.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome