Abbiamo avuto modo di provare il fratello da 10.1 pollici del Galaxy Note durante la fiera di Barcellona tenuta a fine Febbraio e nonostante il prodotto ci sia sembrato molto valido ,non abbiamo visto una reale innovazione rispetto al Galaxy Note già in commercio, se escludiamo il display da “tablet”. Il ritardo della commercializzazione, secondo alcuni rumor, sarebbe stato giustificato dal fatto che Samsung avrebbe voluto mettere mano al processore del Galaxy Note da 10,1 pollici sostituendo il chip Exynos dual-core con un quad-core , probabilmente lo stesso del Samsung Galaxy S III appena annunciato.

A confermarlo sarebbero nuovi benchmark che indicano la nuova CPU Mali-400 MP. Rispetto ai test sui precedenti modelli il punteggio p infatti molto superiore, difficilmente attribuibile solo a miglioramenti software. Inoltre se paragonato al Galaxy Tab da 7 pollici (Exynos SoC, 1.4GHz dual-core CPU, Mali-400 GPU) 48fps, contro i 44 del Galaxy Note e i 58.8fps di questo nuovo modello.

Sembra quindi che Samsung voglia iniettare altra potenza nel Galaxy Note da 10.1 pollici prima di rilasciarlo sul mercato e dopo aver visto gli ottimi risultati del chip Exynos Quad-Core del GS3 ci sembra una scelta più che sensata.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: