Si è recentemente avuto sentore di un nuovo programma di compensazione per gli utenti del Galaxy Note 7, il phablet ormai noto per essere stato ritirato dal mercato da Samsung a causa dei suoi ancora non ben identificati problemi. Che tale iniziativa potesse riguardare i dispositivi Samsung di prossima generazione era già chiaro, ma i dettagli non erano ancora noti. L’azienda sudcoreana ha ufficializzato oggi il programma: si chiama Galaxy Upgrade e per il momento è limitato al mercato della Sud Corea.

I clienti che decideranno di scambiare il proprio Galaxy Note 7 per un Galaxy S7 o un Galaxy S7 Edge otterranno il diritto di partecipare al programma, che prevede la possibilità di aggiornare il proprio dispositivo ad un Galaxy S8 o ad un Galaxy Note 8 quando essi saranno disponibili sul mercato nel corso del prossimo anno. Gli utenti potranno in questo modo mettere le mani sullo smartphone/phablet di prossima generazione alla metà del prezzo.

galaxy s7 edge

Chi parteciperà a Galaxy Upgrade potrà inoltre beneficiare di uno sconto del 50% sul costo di una eventuale riparazione dello schermo. A differenza del già esistente programma Galaxy Club, Galaxy Upgrade non presenta costi mensili in quanto si tratta sostanzialmente di un programma di compensazione per gli utenti che hanno acquistato il Note 7. Si potrà aderire a questa iniziativa entro il 30 novembre: le modalità di partecipazione saranno annunciate nei prossimi giorni, ovvero al termine delle trattative avviate da Samsung con gli operatori che hanno commercializzato lo sfortunato phablet. Chi ha già scambiato il proprio Note 7 con un Galaxy S7 o S7 Edge, naturalmente, potrà ugualmente aderire in maniera retroattiva.

Come detto, al momento il programma Galaxy Upgrade è disponibile solamente per gli utenti sudcoreani. Non è ancora chiaro se esso verrà esteso nei prossimi giorni anche agli altri mercati.

Fonte

Partecipa alla discussione