Google Art Project è una piattaforma online tramite cui gli utenti possono accedere a immagini ad alta risoluzione delle opere d’arte esposte nei diversi musei mondiali che hanno aderito all’iniziativa. Lanciata nel 2011, ha dato in breve tempo a un vero e proprio polo museale virtuale, il Google Cultural Institute.

Ora il progetto si sta espandendo ancora una volta, grazie a un’innovativa tecnologia per la scansione 3D che Google ha messo gratuitamente a disposizione dei musei interessati. In questo modo sono già oltre 200 i manufatti scansionati, provenienti dai primi sei istituti che hanno aderito, tra cui va segnalato il Museo di Arte Orientale di Roma:

google art project

(cliccando sul nome di ciascuno dei musei, sarete rimandati alla corrispondente pagina del Googl Cultural Institute, la collezione ovviamente è desinata a crescere nei mesi e negli anni)

The California Academy of Sciences
The Israel Museum in Jerusalem
Los Angeles County Museum of Art
Dallas Museum of Art
Museo d’Arte Orientale di Roma
Kunsthistorisches Museum Wien in Vienna

In questo modo è possibile fruire dei manufatti in un modo totalmente innovativo e personale, che nemmeno nella realtà sarebbe possibile, se non per pochissimi studiosi. Ogni oggetto può infatti essere ruotato in uno spazio tridimensionale e zoomato sin nei minimi particolari.

Nel video che segue potete farvi un’idea di come funziona la tecnologia messa a disposizione ed è interessante notare come non tutta la strumentazione impiegata sia “made in Google”, come ad esempio la fotocamer Canon e il portatile Lenovo.

Fonte
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: