La nuova frontiera di Google nella mappatura digitale si estenderà ai centri commerciali e agli aeroporti di tutto il mondo. Un aggiornamento di Google maps, rilasciato martedì, include le cartine di negozi, centri commerciali, aeroporti degli Stati Uniti e Giappone. Attualmente nell’indice vi è solo una piccola frazione di interni, ma Google spera che presto molti più proprietari e gestori di centri commerciali e trasporti presentino le loro strutture interne in modo che possano essere mappate.

Per ora, Google Maps interni può essere utilizzato solo su smartphone e tablet che hanno installato il software Android. E’ comunque un pubblico enorme se si considera che oltre 550.000 dispositivi Android vengono attivati ​​ogni giorno. Lo strumento gratuito di Google maps interni rappresenta un tentativo di Google di accrescere la fedeltà dei propri utenti in modo che l’azienda abbia maggiori opportunità di vendere i loro prodotti. L’obiettivo è quello di aiutare gli utenti con il loro senso dell’orientamento all’interno di grandi centri commerciali o edifici.

Google non ha dichiarato come mai questa nuova versione di Google maps funzionerà solo sui dispositivi Android e non si sa se intende eventualmente offrire questo prodotto anche ai prodotti Apple come iPhone e iPad, o sui computer.

Le mappe degli interni sono state progettate per ridurre il disorientamento che si verifica spesso nei negozi e negli altri complessi di grandi dimensioni. Il software di Google individua la posizione dell’utente con un punto blu, quest’ultimo può quindi capire dove è il bagno più vicino in un centro commerciale o trovare il gate dell’aeroporto. Il software è programmato per cambiare automaticamente quando l’utente cambia piano all’interno dell’edificio.

“E’ come se avessimo preso la mappa che trovate in un centro commerciale e l’abbiamo messa sul vostro telefono” ha detto Steve Lee, direttore del product management di Google.

La tecnologia di tracciamento della posizione dell’utente è quella che viene già utilizzata da Google, che si base sulle torri cellulari, GPS e segnali Wi-Fi. Ma gli ingegneri di Google hanno migliorato ancora di più la precisione di localizzazione, visto che negli interni gli spazi sono decisamente più ristretti. Speriamo che presto arrivi anche in Italia.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here