I due nuovi dispositivi Google Pixel 2, i presunti top di gamma di Big G con nome in codice Taimen e Walleye, tornano a far parlare di sé.

Questa volta le indiscrezioni arrivano da XDA e ci rivelano il ritorno del nome “Nexus” riguardo una funzione dei nuovi smartphone prodotti da Google, ma proviamo a fare chiarezza.

Iniziamo con Taimen che dovrebbe essere prodotto da LG: dovrebbe presentare un display da 5.99 pollici QHD (2560×1440) con una scheda tecnica che potrà vantare il processore Qualcomm Snapdragon 835 e 4GB di RAM. Dovrebbe arrivare a 128GB per quanto riguarda lo storage e per il design non dovrebbe discostarsi troppo da quello dei Pixel già presenti sul mercato, non sarà un dispositivo borderless ma vedrà una leggera modifica sul retro, con la sezione in vetro leggermente rivista (e probabilmente ridotta). Non mancherà sul retro il classico sensore di impronte digitali, mentre non dovremmo vedere nessuna doppia fotocamera.

google pixel 2

Per quanto riguarda il secondo dispositivo, ossia Walleye, dovrebbe essere una versione “minore” ma con tante caratteristiche in comune con Taimen: Snapdragon 835 e 4GB di RAM, ma la memoria interna dovrebbe dimezzarsi, arrivano a 64GB. Dovrebbe avere un doppio speaker stereo ma gli audiofili non potranno cantar vittoria vista la probabile assenza del jack audio da 3.5mm. Sempre presente il sensore d’impronte digitali, che ci collega al mistero “Nexus“.

Ritroviamo il nome dei vecchi dispositivi Google per il software di gestione delle impronte sul dispositivo Taimen, che si chiamerà Nexus Imprint. Il mistero si infittisce se pensiamo che il software di gestione per Walleye invece si chiamerà Pixel Imprint. Si tratta di un errore? Di un omaggio alla vecchia famiglia di dispositivi? O implementerà qualcosa di diverso rispetto all’altra versione del software Imprint?

Al momento non abbiamo certezze, aspettiamo ulteriori informazioni per risolvere questo mistero “nexusiano”.

Via
Fonte
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: