Oramai la stragrande maggioranza dei giochi che si trovano sul Play Store ( a volte anche qualche app ) hanno adottato la filosofia degli acquisti in-app. Questo significa che dietro un gioco gratuito ci troveremo ad eseguire micro-transazioni per acquistare oggetti di gioco come soldi, potenziamenti, armi o personaggi.

Di recente Google ha confermato attraverso alcuni sviluppatori di Google Play che con il prossimo aggiornamento il PlayStore mostrerà anche il range di prezzi dgli acquisti in-app. L’aggiornamento è atteso per il 30 Settembre, stando a Google.

Solo all’inizio di questo 2014 Apple è stata obbligata a sborsare molti soldi in quanto era “troppo semplice” acquistare contenuti in-game, sopratutto se il dispositivo è dato in mano ad un bambino, infatti i contenuti potevano essere acquistati con pochi “tap” senza particolari autorizzazioni o permessi.

Anche Google è stata costretta in maniera analoga ad Apple e questo ha fatto si che i due colossi hanno dovuto rivedere alcune politiche del proprio marketplace di app. Ora è infatti molto più difficile acquistare “per sbaglio” contenuti a pagamento e con il prossimo aggiornamento del Play Store potremo anche sapere quanto dovremo pagare per avere contenuti aggiuntivi per il nostro gioco,ancora prima di scaricarlo.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: