Google ha tentato in ogni modo di rendere quanto più attivo possibile il suo social Google Plus ma non sta riuscendo in questa impresa. Oltre alla poca considerazione che gli utenti social-addicted ne fanno, pare che anche all’interno della stessa azienda questa marcatura stretta a favore del GSocial stia creando dei malumori; primi fra tutti, gli addetti alla programmazione di YouTube, che tanti insulti si sono dovuti beccare con l’inserimento dei commenti in stile GPlus (ed attività correlate al collegamento degli account).

Google Plus saluta Vic Gundotra

A conferma di questo malesse ci sono anche le recenti dimissioni di Vic Gundotra: uno dei volti di spicco in Google Inc. nonché Boss della divisione che lavora su Google Plus. A seguito di questo addio, la sede centrale ha deciso di spostare un ingente numero di dipendenti dagli uffici di Google Plus a quelli che si occupano di lavorare sul sistema operativo Android. TechCrunch assicura lo spostamento di circa 1.000/1.200 operatori.

Google Plus chiuderà?

Visto l’addio del “capo” di Google Plus e lo smantellamento coatto operato sui laboratori del social, molti blog e siti di settore si chiedono se il portale in questione è prossimo alla chiusura. In realtà non sarà proprio così: in esclusiva, infatti, possiamo anticiparvi che Google Plus verrà utilizzato come piattaforma unica per gestire il proprio account Google e per raccogliere tutte le notifiche provenienti dai vari servizi Google.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: