Vi ricordate dei palloncini Wi-Fi di Google? Ne abbiamo già parlato diversi mesi addietro in occasione di alcuni test che Google stava conducendo negli USA ed or il progetto torna a far parlare di se’ in quanto Google è al lavoro con i principali carrier telefonici Australiani per testarli.

Il progetto, ribadiamo, mira a creare dei “palloncini” ad alta quota in grado di fornire internet ad una vasta area ed ora Google sembra che voglia provarli in azione proprio in Australia. Nello specifico il test vedrà il comportamento del progetto con 20 palloncini nell’area del Queensland e sarà il primo condotto nel territorio Australiano da quando hanno iniziato a Dicembre. E’ anche la prima volta che Google si è affiancata ad un provider wireless come Telsra per testare il progetto, nonostante già ad inizio anno Google avesse annunciato questo tipo di partnership.

Telsra sta contribuendo fornendo l’accesso alla banda a 2,6Ghz e non è escluso che in futuro Google possa “affittare” alle grosse aziende i propri Baloon. Il progetto, nato dai laboratori segreti di Google X,è stato già testato negli Stati Uniti e in Nuova Zelanda ma in nessuno dei due casi è andato tutto perfetto. Negli USA i palloni hanno infatti danneggiato le reti elettriche mandando in blackout parte di Washington. In Nuova Zelanda un pallone è invece atterrano nell’acqua ed è stato scambiato per un aereo precipitato causando segnalazioni di emergenza non previste. Google ha poi spiegato che il problema in Nuova Zelanda era dovuto ai forti venti. Insomma, il progetto è sicuramente ambizioso ma siamo ancora lontani dal suo reale utilizzo, almeno non prima di qualche altro anno.

Fonte
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: