Abbiamo lanciato Google Reader nel 2005 nel tentativo di rendere più semplice per le persone scoprire e tenere sotto controllo i siti web che visitano più spesso. Nonostante il prodotto abbia avuto un seguito fedele negli anni, l’uso è diminuito e così il 1° luglio lo manderemo in pensione“.

Con queste parole lo staff di Google ha annunciato sul suo blog ufficiale la fine del servizio di supporto alla lettura degli RSS ma che, a quanto pare, non sarà l’unico ad esser spazzato via dalle pulizie di primavera di Big G: dovrebbero scomparire nelle prossime settimane anche l’applicazione Google Voice per BlackBerry e di Snapseed  versione desktop per pc Windows e Mac.

Senza nulla togliere alla utility che ha resistito sui server Google per ben 8 anni, ormai sono numerosissime le realtà web (o in formato applicazione) che offrono lo stesso tipo di servizio: da NetVibes a Flipboard, passando per Feedly o Taptu. Ma molti di noi ormai utilizzano i vari stream di notizie provenienti dai social come feed per essere sempre aggiornati: basta iscriversi a qualche pagina Facebook con un paio di “like” o pigiare “follow” ad alcuni account attendibili su Twitter ed il gioco è fatto.

Ti invieremo all'incirca una email a settimana, e puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Partecipa alla discussione