Se volete approfondire la questione sulla “Supremazia Quantistica” di Google, c’è una corposa ricerca svolta da Nature, rivista scientifica che pubblicato l’esclusiva notizia. Google ha creato Sycamore, cuore del computer quantistico che ha permesso al colosso di Moutain View di raggiungere la supremazia.

Google ci sta lavorando dal 2006 ed a distanza di un bel po’ di anni, è riuscita a far compiere un calcolo, al suo computer quantistico, in circa 200 secondi. Tale calcolo impiegherebbe circa 10.000 anni per poter essere eseguito correttamente da un super computer odierno.

Per Sundar Pichai, CEO di Google, questo traguardo non è solo storico ma è l’accesso ad un nuovo modo di pensare e sviluppare le cose, digitali e non. Con la “Supremazia Quantistica” Google, al momento, non sa ancora cosa farci. Ora che le fondamenta per il futuro quantistico sono state poste, tocca alla mente umana poter trovare applicazioni reali, tangibili e utili alla umanità.

Nel 1980, Richard Feynman dichiarò che solo un computer quantistico avrebbe aiutato a risolvere gli enigmi irrisolti che la fisica e la chimica continuano a porre a tutti i ricercatori del mondo. Google con Sycamore potrebbe certificare le ipotesi di Feynman che con una visione futuristica aveva predetto ciò che il futuro ci ha portato.

Consiglio la lettura dei due blogpost di Pichai e del team di Google AI per entrare nel dettaglio della questione, per i più temerari c’è la ricerca di Nature. L’articolo di Nature è ostico da leggere senza una grande preparazione ma in fondo, se Google non sa ancora cosa farsene, possiamo sentirci coccolati dalla nostra sincera ignoranza in materia.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here