Nubi all’orizzonte per Google, anzi proprio una tempesta: con una nota ufficiale la Commissione europea ha infatti annunciato di aver inviato a Google una comunicazione per sospetto abuso di posizione dominante nel mercato della pubblicità via Web e delle ricerche online. Alla fine di un percorso di indagini durato cinque anni e portate avanti dalla commissione per la competizione della UE, si è ritenuto, a titolo preliminare, che il comportamento del colosso statunitense sia contrario alle regole antitrust europee in materia, in quanto votato ad ostacolare la concorrenza, recando danno ai consumatori.

A partire da ora dunque Google ha dieci settimane di tempo per rispondere in maniera soddisfacente, altrimenti rischia multe pesantissime, che potrebbero raggiungere addirittura il 10 % del suo fatturato, ossia circa sei miliardi di euro.

google ue

Purtroppo per Google tra l’altro questo non è tutto: sempre la stessa commissione ha infatti anche aperto formalmente una seconda procedura antitrust separata rispetto al sistema Android, per appurare anche in questo caso se Google abbia adottato comportamenti anticoncorrenziali o abbia abusato di un’eventuale posizione dominante nel campo dei sistemi operativi, applicazioni e servizi per i dispositivi mobili intelligenti.

Secondo alcune indiscrezioni comunque il colosso della ricerca e dell’advertising online avrebbe già preparato un dossier dettagliato da fornire alla commissione dove ovviamente confuta tutte le accuse mossegli, ma servirà qualche mese ora per vedere cosa deciderà infine la commissione europea. Stay tuned!

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: